In casa Roma è scoppiato il caos. Il difficile rapporto fra Eusebio Di Francesco e il direttore sportivo Monchi ha portato ad una situazione complicata sia in campionato che in Champions League dove la debacle contro il Real Madrid ha lasciato strascichi importanti soprattutto legati al messaggio lanciato dall'allenatore alla proprietà con la scelta di far esordire il baby Zaniolo bocciando, di fatto, gran parte della campagna acquisti estiva.

CLAUSOLA E PENALE - La situazione è così complicata che un addio o di Di Francesco (tramite esonero) o di Monchi potrebbe arrivare in tempi brevi in caso di continui scarsi risultati. In particolare il direttore sportivo ha svelato nel corso delle ultime settimane di avere una clausola rescissoria presente nel suo contratto che lo libererebbe unilateralmente. La lontananza verso la Spagna, dove vive la famiglia, si fa sentire e la voglia di ritornare nel suo paese è sempre più viva. Secondo il Corriere dello Sport, tuttavia, c'è un'ulteriore penale presente nel contratto se il club in cui dovesse scegliere di andare sia il Real Madrid o il Barcellona.
L'INTER CI AVEVA PROVATO - La Roma ad oggi non teme di perderlo e continua a ribadire piena fiducia nel suo operato eppure le tentazioni per Monchi non mancano. Lui stesso aveva dichiarato che se non avesse vinto in due anni sarebbe stato il primo a voler cambiare aria e nel corso della scorsa primavera qualche club ha provato ad avvicinarsi a lui. Verso Marzo-Aprile l'Inter ci ha provato concretamente promettendogli carta bianca nella gestione della parte sportiva della società. Offerta declinata, almeno per il momento perchè il futuro di Monchi è sempre più in bilico.