Commenta per primo
Monchi, direttore sportivo del Siviglia, ha parlato a Sky Sport prima della semifinale di Europa League contro il Manchester United: "Il merito del Siviglia non è di Monchi ma di tutti. C'è una forte mentalità, l'allenatore lavora benissimo dentro e fuori dal campo: per arrivare qui, dopo quattordici mesi, non serve solo conoscere il calcio ma capire anche le persone. Noi siamo cresciuti insieme a questa Coppa: la adoriamo tantissimo perché ci ha regalato molti successi".

KOUNDÉ - "E' un ragazzo che sta crescendo tanto, ha avuto bisogno di tempo per capire il calcio spagnolo ma ora ha avuto una crescita importante. Può diventare ancora più forte. Vogliamo costruire una squadra piano piano, i giocatori forti dovrebbero restare".

REGUILLON - "Sarà un nostro giocatore fino a fine stagione poi tornerà al Real Madrid, ha fatto un campionato incredibile".

BANEGA - "Il suo futuro? Pensiamo al campionato poi vediamo. Adesso la testa è qui, dobbiamo battere lo United per arrivare in finale: non è il momento giusto per parlare di questo"

OCAMPOS - "Qui ha trovato il modulo perfetto e un allenatore che lo conosce benissimo. Porta fisicità e aiuto alla squadra, siamo contentissimi del suo lavoro e delle sue prestazioni perché fa tanto altro oltre ai gol".