Carta d'imbarco, fila al gate, bagaglio a mano (classico del viaggio toccata e fuga), biglietti per la partita e radar accesi. Tifosi, turisti, curiosi ma anche, e soprattutto, addetti ai lavori. I Mondiali di Russia iniziano tra 2 giorni e, con le squadre già arrivate nell'est Europa per affrontarsi e tentare di alzare al cielo il FIFA World Cup Trophy, dirigenti, osservatori e allenatori si stanno muovendo. Si sa, i Mondiali regalano gloria, eternità, gioia e lacrime, delusione e tristezza, sorprese e conferme e, ovviamente, qualche consiglio per il mercato. Ne Il Gladiatore, Proximo diceva al suo Massimo: "Conquista la folla e conquisterai la libertà". E il Mondiale, più o meno, va così: conquista la folla, conquisterai un ingaggio

QUANTI MILIONI! - Dallo scorso anno il mercato non è più lo stesso: l'asticella economica si è alzata, il trasferimento Neymar ha fatto la storia e le clausole monstre non sono più sinonimo di sicurezza. Nel calciomercato nessuno è al sicuro. E questi sono i 10 uomini mercato che tra due giorni inizieranno a darsi battagli nei Mondiali di Russia. 

CRISTIANO RONALDO - Chi, se non lui? L'uomo del "è stato bello giocare per il Real Madrid" dopo la finale di Champions conquistata sul Liverpool. Il suo addio non è mai stato così concreto: le Merengues sono pronte ad arrivare a 32,5 milioni di euro all'anno per farlo rinnovare, la stella e il capitano del Portogallo chiede di più. PSG  e Manchester United sono alla finestra; utopica, invece, l'idea di vederlo giocare in Serie A, come rilanciato dal Portogallo qualche giorno fa. A quelle cifre...

ROBERT LEWANDOWSKI - Vuole lasciare il Bayern, dopo anni trionfali in patria e chiusi a bocca asciutta, invece, in Europa. Il club bavarese, come riportano in Germania, sparano alto: servono 200 milioni per il bomber della Polonia. Che piace al Real Madrid (che vuole rivoluzionare il reparto offensivo), ma anche a diversi club di Premier, come Chelsea e Manchester United. Il Bayern lo blinda (a parole), Lewa spinge per la cessione: il braccio di ferro è appena iniziato. 

PAUL POGBA - Incredibile, vero? Due stagioni fa diventava il giocatore più pagato di sempre passando dalla Juventus al Manchester United, ora sembra essere diventato un surplus che Mourinho sta per mettere alla porta. Tra le sirene di casa del Paris Saint-Germain e il suggestivo ritorno in bianconero, il futuro del centrocampista della Francia è ancora tutto da scrivere. Incredibile, se si pensa all'estate di due anni fa...

ALISSON - Il portiere più forte del mondo? Al momento è, sicuramente, il più ricercato. La Roma vuole blindarlo, il numero 1 del Brasile ascolta le offerte che stanno arrivando al suo manager: Real Madrid, Liverpool e Chelsea i club maggiormente interessati. "Se ne occupa il mio manager" dice l'ex International dal ritiro verdeoro; che, agli occhi di Monchi, appare sempre più simile all'ennesima plusvalenza. 
SERGEJ MILINKOVIC-SAVIC - Il vero uomo mercato, quello che è ormai diventato troppo grande per la Lazio. Claudio Lotito ascolta offerte multimilionarie che stanno arrivando da tutta Europa, in attesa di quella giusta: Manchester United, Real Madrid, PSG, City e, soprattutto, Juventus, sono pronte a ricoprire d'oro la Lazio. E il talento della Serbia di Krstajić attende: prima un Mondiale da vivere da protagonista, poi la sua nuova destinazione. Dorata. E da Champions.

GONZALO HIGUAIN - Il 9 dell'Argentina, che con l'Argentina non è mai riuscito a incidere. Gonzalo Higuain ha un rapporto di amore/odio con la Seleccion, figlia di occasioni mancate e rigori sbagliati. Il Pipita, reduce da una stagione fatta di 23 gol e 8 assist, ora vive un periodo di incertezza anche con la sua Juve: non incedibile, pedina sacrificabile per arricchire le casse del club, mr 90 milioni di euro sembra essere stato messo alla porta. "La Premier? Mi piacerebbe giocarci" la sua voce dal ritiro albiceleste: il suo futuro poteva essere legato a quello di Sarri e al Chelsea; ora attenzione a PSG, Monaco, la suggestione Inter.

MATEO KOVACIC - Senza Zidane il suo futuro sembra essere ogni giorno più lontano dalla Casa Blanca. Cresciuto sotto l'ala di Luka Modric, con il quale si divide il centrocampo nella Croazia di Dalic, è un pallino della coppia Marotta-Paratici. Contatto nei giorni scorsi e la voglia di portarlo alla Juventus e riportarlo in Italia dopo gli anni all'Inter. 

LUCAS TORREIRA - Cresciuto a Pescara ed esploso alla Sampdoria, è riuscito a conquistare Washington Tabarez, storico ct dell'Uruguay, che ha deciso di portarlo in Russia. Lucas Torreira ha una clausola da 25 milioni di euro: il Napoli ci ha pensato, poi con l'arrivo di Ancelotti (parola di Torreira) le cose sono cambiate; ora attenzione all'Arsenal, pronto a pagare anche più della clausola per ottenere un pagamento dilazionato. Il Nano è pronto a spiccare il volo. 

ANDRE' SILVA - Il 9 del Milan, il 9 del Portogallo. Stesso numero, stesso giocatore, rendimento diverso. Stagione ben al di sotto delle attese in rossonero, dopo i 40 milioni di euro sborsati per strapparlo al Porto, André Silva diventa un altro quando indossa la maglia della nazionale portoghese giocando al fianco di CR7. Il Mondiale diventa una vetrina importante per il calciatore. E anche per il Milan: Wolverhampton e Huddersfield hanno avviato i contatti con Jorge Mendes, resta sempre in piedi l'ipotesi Monaco. Con il futuro che si incrocia con un'altro numero 9 presente al Mondiale. 

RADAMEL FALCAO - Leader della Colombia, bomber del Monaco. 24 gol in 36 partite, Falcao è tornato quel killer d'are di rigore ammirato prima al Porto e poi l'Atletico. 32 anni, El Tigre è nel mirino di Mirabelli (già in Russia), alla ricerca di profili esperti e carismatici: si lavora al prestito, al di là di uno scambio con André Siva. Con l'ex River che, dopo essere stato a un passo dalla Juve in passato, è davvero vicino allo sbarco in Serie A.