Commenta per primo

Con le nuove presunte rivelazioni del Sunday Times si allarga lo scandalo corruzione per affidare i Mondiali 2018 e 2022. Nella bufera finisce l'ex segretario generale Fifa Michel Zen-Ruffinen che avrebbe nominato diversi funzionari pronti ad accettare tangenti per votare citta' candidate ad ospitare le rassegne iridate. L'inchiesta del Sunday Times ha gia' portato all'avvio di un'indagine da parte della Fifa e alla sospensione di due membri.