Commenta per primo
Tutto svanito: i proclami della vigilia, la grande fiducia nel sergente di ferro Capello e le stelle della Premier. Sotto i colpi di una Germania veloce e pimpante si infrange il sogno mondiale degli inglesi. Una disfatta pesante, che mortifica le ambizioni di una generazione gloriosa (La gold generation: Lampard, Gerrard, Rio Ferdinand...) che ormai sfiora la trentina.

L'ottavo di finale giocato in Sud Africa è tutto o quasi nel segno della formazione del ct Low, che trova il vantaggio con una percussione di Klose e raddoppia con un diagonale bruciante di Klose. La reazione britannica, al cospetto degli avversari di sempre, è rabbiosa. Upson, di testa, si fa perdonare l'errore su Klose e rimette in gara i Leoni, che con Lampard trova pure il gol del pari, ma il guardalinee giudica fuori un pallone entrato almeno di un metro. L'intervallo rida' un po' di vigore alla squadra di Capello, che trova subito un'altra traversa con Lampard, prima di subìre due reti dal gioiello tedesco Muller. Sul primo le responsabilità di James sono evidenti, sul secondo il merito e' quasi tutto di Ozil, l'astro nascente del calcio teutonico


Germania-Inghilterra 4-1
20' Klose (G), 32' Podolski (G), 37' Upson (I), 68' e 71' Muller (G)

CLICCA QUI PER ACCEDERE ALLA SEZIONE 'SPECIALE MONDIALI'