3

L’allenatore della Fiorentina, Vincenzo Montella ha dichiarato dopo la sconfitta nell'anticipo di campionato a Cagliari: "Io non parlo mai degli arbitri e degli episodi, non sono un lamentino come mi è stato detto dal signor Mazzoleni a fine partita, anche se in passato avrei avuto tante motivazioni per poterlo essere. Io cerco di colloquiare con tutti gli arbitri e di cercare di dare il mio contributo per migliorare le cose. Abbiamo perso la partita non certo per gli episodi arbitrali, altre volte magari sì, ma non è questo il punto. Ho visto un gioco ostruzionistico da parte dell’avversario, giustamente perché era in vantaggio, già dalla fine del primo tempo. Questo naturalmente non vuole essere nulla contro il Cagliari che ha fatto la propria partita, però mi aspettavo dalla conduzione che ci fosse un’agevolazione per far correre il gioco con più velocità. Purtroppo il nostro calcio è questo, favoriamo il gioco ostruzionistico e poi vengono danneggiate delle situazioni. Ripeto, non è per questo che abbiamo perso la partita, perché chi ha giocato a calcio sa che non sono i minuti di recupero importanti, quanto spezzettare il gioco avversario, anche con la perdita di tempo. Nelle condizioni del Cagliari probabilmente avrei fatto lo stesso, ma mi aspettavo una conduzione diversa. Dico questo, lo dico pubblicamente, visto che gli arbitri molto spesso, non tutti fortunatamente, ma parecchi di loro non hanno l’umiltà di ascoltare chi ha giocato a calcio. Ripeto, non abbiamo perso la partita per questi episodi, però quando si parla con gli arbitri si cerca di farlo per migliorare le cose. Non sempre si è ascoltati".