Alvaro Morata di nuovo in Italia, si può. L'attaccante spagnolo, che vuole lasciare il Chelsea dopo una sola stagione, spinge per il ritorno alla Juventus, un affare tutt'altro che utopico. Come raccolto da Calciomercato.com oggi c'è stato un incontro in un ristorante di via Montenapoleone a Milano tra Morata, Juanma Lopez, agente del giocatore, e Fabio Paratici, direttore sportivo della Juventus. Un summit che è servito per studiare la trattativa comune con i Blues, che hanno aperto alla cessione in prestito oneroso con obbligo di riscatto, un'operazione simile a quella che ha portato Cuadrado in bianconero. La trattativa è partita, la fumata bianca è ancora lontana ma va registrato l'interesse reciproco, della Juventus e di Morata, a lavorare nuovamente insieme. 

COSTA TANTO - Oltre al discorso economico con il Chlesea, che un'estate fa ha investito 80 milioni di euro per strapparlo dal Real Madrid, vanno considerate le cifre che ruotano intorno al giocatore, che non è stato convocato da Lopetegui per il Mondiale in Russia. Morata infatti guadagna 8 milioni di euro più premi, più di Higuain, il giocatore più pagato della rosa bianconera.