27
L'attaccante della Juventus Alvaro Morata ha parlato a Sky Sport in vista della partita di domenica sera contro l'Inter. Il calciatore spagnolo ha analizzato gli ottimi numeri della sua stagione: "Sicuramente sono cambiate tante cose, tanti passaggi nella mia carriera che mi hanno fatto maturare. Sono più completo. Bisogna adattarsi alle difficoltà e adesso sono sicuramente una persona più completa, anche perché un padre di famiglia". Su Pirlo: "Il rapporto con lui è sempre stato buonissimo, ovviamente adesso è diverso rispetto a quando giocavamo insieme. Ora è il mio capo e devo seguire le due istruzioni. Si vedeva già da giocatore che capiva il calcio, è molto facile per lui fare l'allenatore perché vedeva cinque passaggi dove gli altri ne vedevano uno. E' la sua prima stagione, sicuramente per lui ci sono tanti cambiamenti ma stiamo andando sempre meglio e siamo in un periodo molto positivo".

Su Cristiano Ronaldo: "E' molto facile giocare con lui, lo conosco da tanto tempo. Capisco cosa piace a lui e i movimenti che fa. A volte il mio lavoro è portare via gli uomini perché Ronaldo ne ha 2-3 addosso e a lui i miei movimenti gli danno una mano. E' solo un piacere giocare con lui, è stato ed è ancora uno dei migliori giocatori nella storia del calcio. Può giocare dove vuole lui, è un piacere giocare al suo fianco e spero di giocare ancora tanto tempo al suo fianco".
Su Lukaku: "E' uno dei migliori 9 al mondo, ha tutto. E' all'Inter e sono contento per lui, è una grande persona e mi piace vederlo giocare. Gli chiederò la maglia, mi piace sempre giocare contro i grandi giocatori e spero non attraverserà domenica una buona giornata. A volte non riesci a fermarlo perché è davvero forte".

Sullo scudetto: "Ci saremo fino alla fine. Tra vincere e perdere è sempre una linea sottile, abbiamo perso diversi punti ma abbiamo un obiettivo chiaro nella testa. Sappiamo domenica cosa ci sarà in gioco, sarà una partita davvero importante per noi".