I tifosi dell'Inter sono quasi tutti contro Mauro Icardi nel caso scoppiato ieri e che ha portato la società a togliergli la fascia di capitano. Massimo Moratti, invece, no. L'ex presidente nerazzurro ha parlato a Sportmediaset di questa decisione e si è schierato al fianco di Maurito: "Se rimpiango Bergomi e Zanetti? Ho trovato un ottimo capitano anche Icardi, ha sempre giocato con entusiasmo, serietà e professionalità. Non ho niente da dire".

ATTACCO ALL'INTER - Moratti se la prende poi anche col club per la gestione di questa vicenda: "Sono sorpreso perché la cosa mi sembra abbastanza inutile, però ci saranno delle ragioni e delle strategie interne e io non posso entrare in queste strategie della società. Se avrei fatto lo stesso da presidente? Non so i presupposti, quindi non posso capire le motivazioni per farlo. Mi sembra che a metà campionato, se c'è la possibilità di venderlo, con obiettivi da raggiungere sia inutile. Ora è tutto molto pubblicizzato, una volta i rinnovi di contratto non lo erano. L'acquisto era molto importante, il rinnovo sembrava una cosa ovvia, adesso è tutto molto sul giornale e quindi ognuno è obbligato a dare risposte. Icardi non è andato a Vienna? È tutto un esplicitare da parte della società quanto è successo: è colpa sua, è colpa mia... E questo è brutto, perché allontana sempre più il giocatore dalla società e viceversa. Avranno poi dei vantaggi, ci diranno quali sono".