108
L'ex patron dell'Inter Massimo Moratti ha valutato seriamente l'ipotesi di tornare nel calcio, come faranno presto Silvio Berlusconi e Adriano Galliani che, archiviata l'esaltante esperienza alla guida del Milan, si apprestano a rilevare il pacchetto di maggioranza del Monza:  "La spiegazione è una sola e si chiama passione. Si tratta di una iniziativa simpaticissima che può determinare un grande risveglio d'interesse per la Brianza, per il campionato e per tutti quei settori che rimetterà in moto. E poi vedrete cosa accadrà: metteranno mano allo stadio, potenzieranno la squadra, partendo dalla conoscenza che Galliani ha della città e anche della storia recente della società", ha dichiarato a Il Giornale.

Un esempio che anche Moratti avrebbe potuto raccogliere, visto che l'ex numero uno nerazzurro si è visto offrire il Bari, dopo il fallimento e la retrocessione in Serie D sotto la gestione Giancaspro e prima dell'acquisto da parte di De Laurentiis: "Qualche tempo fa mi hanno offerto il Bari adesso ceduto ad Aurelio De Laurentiis. Ne ho discusso per qualche giorno con mio figlio lusingato dall'offerta, poi abbiamo deciso di rinunciare e non tanto per la distanza geografica dalla Puglia. Ho rinunciato semmai perché mi conosco bene e so quali sarebbero stati i passaggi dopo il primo intervento. Ad esempio: non vuoi farti galvanizzare dall'idea di acquistare un campioncino brasiliano o uruguaiano? E così avremmo finito con lo spendere molti più denari di quelli preventivati".