459
Striscione offensivo nei confronti della memoria dell'esponente della Lega Roberto Maroni, morto l'altro ieri a 67 anni nella sua casa nel Varesotto. La scorsa notte a Napoli in via Vespucci, poco lontano dall'ospedale Loreto Mare, è apparsa una scritta con spray blu su un drappo bianco: "Maroni, volevi vederci morti, ma noi abbiamo visto morire te! Mai tesserati". 

GLI AUTORI E IL MOTIVO - Pronto l'intervento della polizia, che ha rimosso il drappo. Lo striscione non è firmato ma sarebbe stato attribuito ai Fedayn, gruppo ultras della squadra di calcio partenopea. La foto compare in diversi gruppi social legati agli ultrà del Napoli dove si ricorda come fosse stato proprio  Maroni nel 2008, all'epoca ministro dell'Interno, a introdurre la tessera del tifoso.

LA NOTA DELLA LEGA - "Profonda amarezza e vergogna per il disgustoso striscione, esposto in città, che offende la memoria di Roberto Maroni. Gli autori si confermano sempre più minoranza di un tifo organizzato che oggi, dopo questo gesto, si allontana dai successi della squadra e di un pubblico che, invece, ha sempre onorato con passione inconfondibile i valori dello sport. Ci aspettiamo una presa di posizione e una ferma condanna dalla società Calcio Napoli e dalle altre forze politiche": così una nota della segreteria regionale della Lega in Campania. 



Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN con 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. Attiva ora il tuo abbonamento.