Jorge Lorenzo su Ducati ha vinto il Gran Premio d’Austria, dodicesimo atto del mondiale della MotoGP 2018 disputato sul Red Bull Ring. Adrenalina a fiumi per il duello con Marquez, che chiude secondo. Dovizioso completa il podio, Rossi strappa un onorevole sesto posto.  
 
DELIRIO AL VIA - Partenza bruciante di Lorenzo, che supera Dovizioso. Tuttavia, al minimo pertugio, Marquez scalza Lorenzo e detta il ritmo. Torna terzo Dovizioso, poi Crutchlow e Petrucci, che passa Rins. Nel frattempo Rossi ha già guadagnato cinque posizioni, nono subito dietro Aleix Espargaro. Rifila grandi frustate Marquez: 1.24.379, poi 1.24.372. Va a prendersi l’ottavo posto Rossi, risponde Espargaro, ma il secondo attacco, al ecimo giro, è quello buono. Inizia a fare le prove Dovizioso del sorpasso su Lorenzo, ma Jorge non concede spazi. Tra i primi tre e gli umani si è creata intanto una voragine.
 
TRE UOMINI AL COMANDO - Note negative Vinales e Iannone: se il centauro della Yamaha, pur quattordicesimo, sta pian piano risalendo, l’italiano, ottavo nella griglia, è sedicesimo, complice un errore nel diritto. Non può nemmeno sorridere Zarco, autore di una gara anonima.
Il testa a testa fra i Ducatisti funge anche da stimolo per riprendersi Marquez, in vantaggio di 7 decimi. Dietro Rossi mette nel mirino Rabat, agognando una settima piazza che, date le circostanze, sarebbe comunque positiva. Quando restano 11 tornate si ricompatta il gruppetto Marquez-Lorenzo-Dovizioso, addirittura Lorenzo prova a mettersi davanti a Marquez. E nel successivo ci riesce, Marquez non molla e torna primo. Questo Lorenzo è però cattivissimo e alla fine si riporta davanti. Perde contatto coi due Dovizioso, lungo in staccata. Lo seguono Crutchlow, Petrucci, Rins, Rossi, Pedrosa, Rabat e Zarco.
 
LORENZO-MARQUEZ, GIOIA PER GLI OCCHI - A meno quattro giri Rossi si mette dietro Rins ed è sesto. Là davanti Dovizioso accusa parecchio col posteriore. Lorenzo e Marquez sono attaccati ruota a ruota, sorpassi su sorpassi. Che spettacolo. All’ultimo giro Lorenzo ripassa Marquez, il Cabroncito tenta un numero dei suoi, Jorge evita di incrociare e trionfa.