Intervenuto in conferenza stampa al termine di Manchester United-Juventus, José Mourinho ha esaltato la coppia centrale dei bianconeri: "Abbiamo giocato contro una delle più grandi candidate a vincere la Champions. Abbiamo fatto il possibile, potevamo ottenere un risultato differente specialmente per quanto visto nel secondo tempo. Penso che mister Bonucci e mister Chiellini dovrebbero tenere un corso universitario ad Harvard per come difendono, sono due difensori fantastici, davvero. La Juve ha qualità, nel primo tempo hanno dominato, ci hanno nascosto il pallone. Ho dovuto giocare con gli stessi undici giocatori usati col Chelsea, non c'era nemmeno Fellaini in panchina per cambiare direzione alla gara. Abbiamo fatto il possibile, ci giocheremo con il Valencia il secondo posto. 

Siamo ancora distanti dalla Juve. Loro hanno vinto 7 scudetti di fila, hanno disputato due finali di Champions in quattro anni. Non sono soddisfatti: avevano Dybala, Mandzukic, Higuain e hanno preso Ronaldo, avevano Rugani, Barzagli, Chiellini e hanno preso Bonucci. Possono vincere tutto, il loro obiettivo può essere il triplete. Che per ora non appartiene a loro: purtroppo per i loro tifosi, l'abbiamo vinto solo noi. Penso che ci siano vicini, però​

Perché non ho fatto cambi? Sanchez in tribuna, Lingard in tribuna, Fellaini forse a casa. Avevo un ragazzo di 18 anni che non aveva mai giocato con noi, non è sicuramente un ragazzino che può portare subito alla squadra qualcosa per vincere. Tutti gli infortunati si sono fatti male in Nazionale".