77
Ricostruire dalle basi, dopo una stagione deludente. È questo il compito che la Roma ha dato a José Mourinho. Con una piccola postilla, non da poco, anche se scontata quando si parla dello Special One: l'obiettivo è vincere, tornare competitivi e lottare per il vertice. L'allenatore portoghese ha preso sul serio questa missione, si sta dedicando anima e corpo alla sua nuova avventura e sta avendo un'influenza importante anche sul mercato. A partire dalla porta, con la scelta che è ricaduta su un suo connazionale: Rui Patricio.

RICHIESTA E OFFERTA - Il classe '88 è un portiere di grande esperienza, molto bravo a impostare l'azione coi piedi, ma anche affidabile. Il Wolverhampton lo valuta 12 milioni di euro, la Roma non vorrebbe arrivare a quella cifra e, per il momento, ha presentato un'offerta più bassa, intorno ai 7/8 milioni. La trattativa è aperta, ma i giallorossi sono ottimisti sulla buona riuscita dell'affare. Oltre alla carta Mou, possono infatti contare su un alleato d'eccezione.

ALLEATO RUI - Lo stesso Rui Patricio, infatti, non vede l'ora di provare una nuova esperienza, guidato dal più celebre degli allenatori portoghesi. Dopo l'Europeo con la nazionale di Cristiano Ronaldo, spingerà per il trasferimento nella Capitale. I Wolves lo sanno e, infatti, stanno già lavorando alla sua sostituzione: piace molto José Sà dell'Olympiacos, un altro portoghese pronto a difendere i pali del Wolverhampton.