62
90' da sogno. Lo Sheriff Tiraspol ha ribaltato i pronostici al Bernabeu: 2-1 in casa del Real Madrid, da non crederci. La piccola squadra moldava - terza in campionato - si è presentata senza paura contro Benzema, Vinicius junior e compagni, e ha conquistato una vittoria storica dopo aver raggiunto per la prima volta nella sua storia la fase a gironi (prima volta assoluta per una squadra moldava). Scorrendo la rosa dello Sheriff ci sono tante nazionalità diverse, culture, lingue e abitudini che si intrecciano in un unico spogliatoio. Una multinazionale del pallone. Ma chi sono gli eroi del Bernabeu? Andiamoli a vedere uno per uno.

ATHANASIADIS - E' il portiere titolare. Classe '93, è arrivato in prestito dall'Aek Atene e da inizio stagione ha subito appena 3 gol in 14 partite. 

FERNANDO COSTANZA - E' il terzino destro, quello che se l'è dovuta vedere con Vinicius, per capirci. Qualcuno si sarebbe fatto il segno della croce sperando di trovarlo in giornata no, lui gli è stato addosso per 90' cercando di fermarlo in tutti i modi. Italo-brasiliano, è arrivato a febbraio scorso dal Botafogo dopo aver giocato anche nella seconda squadra del Lille.

ARBOLEDA - Altro sudmericano: arriva dalla Colombia e dall'alto dei suoi 190cm comanda tutta la difesa. E' il giocatore che è stato utilizzato di più da inizio stagione.

DULANTO - Altro giocatore di origine italiana con doppio passaporto italo-peruviano. Figlio di un ex calciatore, sei anni fa debuttava tra i professionisti e oggi è il vice capitano dello Sheriff.

CRISTIANO - Brasiliano di Rio de Janeiro, è allo Sheriff dall'estate 2017 ed è uno dei giocatori da più tempo in rosa.
THILL - E' l'eroe della serata, il giocatore che al 90' ha ammutolito il Bernabeu con il gol del 2-1. Cresciuto a pane e pallone, davanti alla tv sorridono papà Serge e i fratelli Oliver e Vincent (classe 2000, anni fa considerato un futuro talento). Il più famoso però oggi è Sebastien, per il quale lo Sheriff ha confermato il rinnovo del prestito dai lussemburghesi del Progrès Niedercorn per il secondo anno di fila.

ADDO - Nella multinazionale Sheriff c'è spazio anche per un ghanese: Edmund Addo, centrocampista classe 2000 pescato in estate dagli slovacchi del Senica per 350mila euro. Due anni fa debuttava in prima squadra, oggi ha vinto al Bernabeu.

TRAORE' - E' il bomber della squadra: classe '95, sei gol stagionali e alle spalle anche una partecipazione alla Coppa d'Africa 2019 con il Mali. Preso dal Metz, è un attaccante esterno che gioca preferibilmente a sinistra ma può spostarsi anche sull'altra fascia.

KOLOVOS - E' il giocatore che sposta gli equilibri della squadra: può fare il trequartista o spostarsi qualche metro più indietro rinforzando il centrocampo. Si muove su e giù e smista palloni per i compagni. Arrivato in estate a zero dal Panathinaikos, ha il contratto in scadenza ma con l'opzione per rinnovarlo per un'altra stagione. Passaporto greco, 9 presenze e 1 gol in nazionale.

CASTANEDA - Capitano e leader della squadra, da inizio stagione ha segnato 5 gol e servito 7 assist ai compagni. Preso anche lui dagli slovacchi del Senica, l'anno scorso aveva giocato i preliminari di Champions con lo Sheriff trovando il primo gol nelle competizioni Uefa.

JAKHSHIBAEV - Nome difficile da pronunciare, ma siamo sicuri che i tifosi del Real non lo dimenticheranno facilmente: è l'attaccante che ha segnato il gol dell'1-0 dello Sheriff al Bernabeu. Non esattamente un bomber - 2 gol in 6 partite - ma l'uomo giusto al posto giusto, perché già in campionato era stato decisivo con rete e assist nella vittoria col Petrocub. Stasera però era tutta un'altra storia. Classe '97, cartellino di proprietà del Legia Varsavia e tre presenze nella nazionale ubzeka.