59
Un incrocio di mercato che può risolvere le rispettive esigenze di Cagliari e Inter per rinforzare i propri reparti di centrocampo. E su entrambi i fronti può giocare un ruolo determinante il fatto che né Radja Nainggolan né Nahitan Nandez si trovano attualmente "dove dovrebbero trovarsi". Il belga, approfittando di qualche ora di riposo concesso da Simone Inzaghi dopo l'amichevole contro il Crotone, è volato ieri in Sardegna e non è escluso un contatto col club rossoblù per porre le basi per un nuovo accordo sul contratto dopo le ultime due esperienze in prestito.

DESTINI INCROCIATI - L'ingaggio da 4,5 milioni di euro netti percepiti in nerazzurro dal Ninja non è assolutamente nella disponibilità del Cagliari, al lavoro per trovare una soluzione che soddisfi tutti e che molto verosimilmente richiederà il contributo di Suning, che al momento ha sempre chiuso all'idea di partecipare al pagamento della cifra e di versare una buonuscita nelle tasche del calciatore. Nainggolan non si sente tuttavia un calciatore dell'Inter da diverso tempo e ha scartato ogni opzione alternativa a quello dell'ennesimo ritorno sull'isola. Una situazione di apparente stallo o, se preferite, di lento avvicinamento alla meta è anche quella che riguarda il futuro di Nandez. Il guerriero uruguaiano era atteso oggi a Cagliari dopo aver esaurito il periodo di vacanze, facendo peraltro scalo su Milano: l'opportunità di incontrare il suo procuratore, che continua a trattare con l'Inter per la buona riuscita di un affare che il Cagliari vorrebbe che si concludesse a titolo definitivo o, in alternativa, con un prestito abbastanza oneroso e un successivo diritto di riscatto.
PERMESSO EXTRA - La novità delle ultime ore è che il club sardo ha accordato ancora un paio di giorni di permesso extra a Nandez, un ulteriore segnale che la trattativa prosegue - assolutamente parallela a quella relativa a Nainggolan - e che questo fine settimana potrebbe portare a nuovi contatti tra Giulini e Capozzucca da una parte, con Marotta e Ausilio dall'altra. I due giocatori prendono tempo, in attesa e nella speranza di novità positive a stretto giro di posta.