191
Le soluzioni italiane non sono mai decollate. Eppure, Radja Nainggolan da giorni si sta guardando attorno perché ha capito da tempo che l'Inter non vuole più saperne di lui. Lo ha confermato personalmente e pubblicamente Beppe Marotta e non c'è la sensazione di alcuna marcia indietro, anzi; nonostante Radja sperasse in una soluzione italiana piuttosto che all'estero, Nainggolan a sorpresa insieme all'agente Beltrami ha aperto a una potenziale cessione in Cina, a differenza delle ultime settimane.


CHIAMATE CINESI - Il Ninja ha capito che Conte non scherza, può davvero tenerlo fuori per un anno intero se dovesse rimanere in nerazzurro rifiutando le proposte. Per questo Nainggolan ora ascolta tutti prima di prendere la sua decisione. Lo Shanghai Shenhua e il Dalian Yifeng si sono informati con tempistiche ristrette perché in Cina il mercato chiude il 31 luglio, mosse dirette per corteggiare il belga con un contratto decisamente importante; il primo club cinese è quello che ha appena acquistato El Shaarawy ricoprendolo d'oro, mentre il Dalian già a gennaio aveva aperto un canale con l'Inter dialogando di Ferreira Carrasco per diversi giorni. Nainggolan stavolta non ha chiuso, ha chiesto tempo e intanto valuta le proposte sia economicamente che sotto l'aspetto personale. Ci vuole pensare ma non chiude, a differenza dei giorni scorsi. L'Inter ci spera: cedere il Ninja è una priorità, parola di Marotta.

Ascolta "Nainggolan stupisce l'Inter: ora cambia idea dopo le nuove chiamate dalla Cina" su Spreaker.