L’Inter si avvicina ogni giorno di più a Nainggolan, la strada è tracciata e il finale sembra scritto: a meno di intromissioni milionarie, il belga è destinato a rafforzare i nerazzurri, E’ l’acquisto che Spalletti chiede dall’estate scorsa, quello che può davvero cambiare volto alla squadra: se il Ninja tornerà quello di due anni fa - e con Luciano in panchina può succedere, perché nessuno ha saputo valorizzarlo più di lui - il salto di qualità di tutto il gruppo sarà clamoroso. Immaginatelo alle spalle di Icardi, a sostenere il centravanti e mettere muscoli in mezzo al campo: solo l’idea scalda il cuore dei tifosi.

 

La Roma sul mercato si sta muovendo bene: a parte Marcano, un difensore che fa quantità, sono stati presi giovani di qualità eccellente come Cristante, Coric e Kluivert. Diventeranno campioni, forse; per ora sono progetti di campioni. Ecco, la sensazione è che Monchi stia lavorando più per il futuro che per il presente, e soprattutto che si stia muovendo per mettere nelle mani di Pallotta ragazzi che un giorno potranno far guadagnare il presidente attraverso la loro cessione. Per vincere, però, occorre qualcosa di diverso: servono giocatori pronti. Così dice la storia.

 

Nella rubrica Romamania, lo spazio del tifoso che cura egregiamente, Paolo Franci ha scritto che questa squadra NextGen lo intriga e lo affascina. E’ normale che sia così e in effetti è l’idea che abbiamo anche noi che tifosi non siamo: è nata una squadra stimolante. Abbiamo però la sensazione che l’Inter con Nainggolan possa colmare il gap nei confronti della Roma con i giovani. E senza Nainggolan.

@steagresti