Dopo l'incontro di ieri dall'esito positivo, dopo il quale Maurizio Sarri ha mostrato segnali di chiara apertura all'ipotesi di rimanere alla guida del Napoli al fronte di un importante adeguamento dell'ingaggio, va in scena nella serata di oggi la cena di fine stagione, alla quale prende parte anche il presidente Aurelio De Laurentiis. Nella cornice di Villa D'Angelo, calciatori, staff tecnico e rappresentati della società sono riuniti per salutare una stagione molto emozionante e positiva, nonostante il mancato conseguimento dello scudetto, andato ancora una volta alla Juventus.

Sarri è stato tra i personaggi più acclamati dai tifosi del Napoli, che lo hanno ripetutamente invitato a restare, raccogliendo il saluto affettuoso del tecnico azzurro. Quella di stasera potrebbe essere l'occasione per dare un annuncio molto atteso da tutta la città o di porre ulteriori basi per un rinnovo da formalizzare dopo l'ultimo match stagionale contro il Crotone di domenica. Rimane sullo sfondo la figura di Carlo Ancelotti, il profilo sul quale De Laurentiis andrebbe in maniera decisa soltanto qualora Sarri decidesse di non accettare l'offerta del suo presidente per ascoltare il richiamo di qualche club straniero (Chelsea e Zenit San Pietroburgo su tutti). 

PARLA DE LAURENTIIS - Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha preso la parola nel corso della cena, ringraziando la squadra per la stagione che volge al termine: "Partendo da Maurizio Sarri ed arrivando a voi tutti della squadra e dello staff tecnico, vi dico grazie per questa grandissima stagione che cinematograficamente definisco come una "Grande Bellezza". Siete stati protagonisti di un calcio spettacolare, notato e apprezzato non solo in Italia ma in tutto il Mondo. Quello che avete fatto resterà per sempre nella storia del Calcio Napoli. E io ve ne sono grato. Vi meritate tutti i sogni che avete nel cassetto. Il mio grazie va esteso anche a tutti coloro che lavorano nel Napoli e che hanno fornito il loro prezioso contributo. Maurizio Sarri è stato l'autore e lo scultore di questa grande bellezza".