10
L'arrivo di Gattuso sulla panchina del Napoli ha cambiato completamente le sorti del club di De Laurentiis. L'inizio non è stato dei migliori con tre sconfitte nelle prime quattro partite sulla panchina azzurra. Il percorso non era affatto semplice, andava risollevata una squadra moralmente distrutta. Ma con la sua tenacia, con il duro lavoro dentro e fuori dal campo Gattuso ce l'ha fatta portando prima di tutto una Coppa Italia in città. Oggi il Napoli sta raccogliendo risultati importanti in questo avvio di stagione, rivalorizzando anche giocatori come Lozano e Politano, dando nuova importanza a Fabián Ruiz e Koulibaly, non facendo sentire nessuno una "seconda scelta".

IL RINNOVO - Tutti questi fattori hanno fatto di Gattuso il porto sicuro dei tifosi del Napoli, che oggi non vogliono rinunciare a lui e chiedono a gran voce il rinnovo del contratto che scadrà a giugno 2021. Da qualche settimana se ne è iniziato a parlare, il Napoli si sta muovendo in maniera concreta con vari incontri per trattenerlo ancora in azzurro. L'ultimo meeting c'è stato nella giornata di oggi: Gattuso ha pranzato con De Laurentiis e il ds, Cristiano Giuntoli, a Castel Volturno per fare passi in avanti per quanto riguarda il rinnovo del contratto.
I DETTAGLI - L'accordo presto si troverà con il tecnico calabrese che guadagnerà circa 2 milioni di euro a stagione fino a 2023. Il nodo da sciogliere riguardava la clausola da pagare da parte di Gattuso nel caso in cui deciderà di non allenare più il Napoli. De Laurentiis, dalla sua, non rinuncerebbe ad inserire tale clausola mentre Gattuso non vorrebbe questo tipo di vincolo. Ma le parti sono al lavoro e il punto di incontro sembra essere sempre più vicino, inserendo sì la clausola ma a cifre più abbordabili. La firma sul contratto non dovrebbe essere proprio imminente, con l'ufficialità che sarà annunciata probabilmente nel mese di dicembre, quasi come un regalo di Natale che si faranno l'uno con l'altro. Del resto Giuntoli l'aveva detto: ​"Quando c’è la volontà delle parti di restare insieme, problemi non ce ne sono".