Il Napoli ribadisce ufficialmente la propria posizione sul tema dei cori razzisti. E lo fa tramite Carlo Ancelotti, che è tornato a parlare di quanto successo durante la sfida contro l'Inter e del comportamento che la sua squadra terrà in futuro: "Quello del razzismo sembra sia un problema del Napoli quando in realtà è un problema del calcio italiano​. Nell'eventualità di altri cori razzisti noi chiediamo solamente l'interruzione temporanea della partita. Non è un problema nostro, ma un grave problema sociale. Il Napoli ha vissuto questo momento a San Siro che non è stato goliardico, quella sera c'è stato ben poco da ridere! Da lì si è aperto un dibattito, c'è un regolamento che non è stato rispettato con l'Inter e vogliamo che sia rispettato. Noi non abbiamo mai parlato di sospensione, ma di interrompere temporaneamente le partite. Sembra un problema del Napoli, ma è un problema sociale e culturale".

SU ALLAN - "Non temo di perderlo, Allan domani non gioca dall'inizio perché ha avuto un permesso per rimanere due giorni in più in Brasile, come anche Ospina. Lo dico prima per evitare certi discorsi".

SU KOULIBALY - "Ha avuto una vacanza, è tornato bene e domani giocherà. Ci sarà il ricorso per la squalifica, ma l'ho visto molto bene".

ANCORA SUL RAZZISMO - "C'è stata una sollevazione popolare, non è un problema solo nostro, ma ci sentiamo coinvolti in questa campagna per migliorare la nostra Italia. Non è solo legato allo sport, viene evidenziato un malessere che esiste a livello culturale".

SUGLI OBIETTIVI - "Ora inizia una competizione molto corta, con cinque partite la puoi vincere. Se facciamo bene si può puntare ad arrivare fino in fondo e non la sottovalutiamo e siamo concentrati su questa competizione, la più vicina da raggiungere".

SU MILIK - "Se avesse giocato di più avrebbe più gol, ma non cerchiamo quello. La gestione è quella di un giocatore che è rimasto fuori per due anni, è importante per noi e lo trattiamo con riguardo per la lunga inattività. Ha reagito però molto bene e sta trovando sempre più convinzione e fiducia".

SU ROG - "Lui l'alternativa ad Allan in caso di offerta indecente? Con i se e con i ma non si va da nessuna parte. In questo momento non c'è una possibilità del genere. Rog è uno di quei giocatori che consideriamo di mandare in prestito".

SU INSIGNE - "Ha margini di crescita, soprattutto sulla continuità. Sta facendo un grande campionato, ha fatto molto bene nella prima parte, meno nella seconda a livello realizzativo ma ha dato il suo contributo. Ora è tornato molto motivato e si ripresenterà come all'inizio, domani gioca". 

SULLA FORMAZIONE - "Fuori ci sono Albiol, Mertens per una distorsione, Chiriches che non è ancora al 100%, Hamsik, e Verdi squalificato".

SUL MERCATO - "Non credo possa capitare qualcosa di grosso sul mercato. Probabilmente qualche giocatore potrebbe andare in prestito. Questa società è destinata a crescere nel futuro. Abbiamo acquistato tanti giovani talenti nel mercato estivo".