37
L'allievo prende il posto del maestro, il figlio rileva il padre calcistico. Non senza scorie o amarezza. L'avvicendamento sulla panchina del Napoli tra Carlo Ancelotti e Gennaro Gattuso ha portato una ventata di entusiasmo negli ambienti azzurri, con il presidente De Laurentiis che ha già ribattezzato il nuovo allenatore 'Ringhio Star' e i giocatori pronti a calarsi nel nuovo modulo, ma ha lasciato un retrogusto amaro nella bocca dell'ormai ex tecnico, deluso a livello personale.

DELUSIONE E IMBARAZZO - L'edizione odierna de Il Corriere della Sera ripercorre gli ultimi giorni della trattativa che ha portato Gattuso a Napoli ed evidenziato come l'intera vicenda sia stata vissuta come una sorta di 'parricidio' da Ancelotti. Il tecnico reggiolo, si legge, era consapevole dell'imminente cambio e dei contatti tra le parti, avviati già a inizio novembre da De Laurentiis, ma a provocare la delusione di Ancelotti sarebbe stata la mancata telefonata del figloccio e amico Gattuso per comunicare il fatto. Da parte sua invece, Rino avrebbe vissuto l'intera faccenda con grande imbarazzo e per questo avrebbe aspettato a chiamare il proprio mentore. Così il presidente azzurro ha comunicato l'esonero ad Ancelotti dopo la sfida di Champions con il Genk, mercoledì mattina i due allenatori si sono sentiti tra la prima volta nella commozione di Ancelotti e l'annuncio di Rino.