Un esterno difensivo destro, possibilmente in grado di giocare anche a sinistra. Un mantra da settimane ripetuto a memoria in casa Napoli. Dal ritiro di Dimaro lo stesso presidente De Laurentiis, ai microfoni di Sky Sport, non ha negato l’impellente necessità: “Prenderemo un terzino, è vero. Sabaly ha avuto un incidente, con Lainer non mi sono preso con gli agenti, mentre Toljan non convinceva Ancelotti. Ci piace molto Arias”. Pochi giorni fa i dialoghi per l'apprezzato esterno colombiano del PSV, in passato seguito anche dalla Juventus, si erano parzialmente arenati per la valutazione del cartellino fatta dagli olandesi: 13 milioni di euro, una cifra ritenuta eccessiva da De Laurentiis, che non voleva andare oltre 10 milioni per un giocatore in scadenza nel 2019.

PARTI VICINE - Secondo quanto appreso da Calciomercato.com nella giornata odierna l'asse Napoli-PSV-Arias è divenuto rovente. Nel primo pomeriggio il Napoli ha contattato gli intermediari del colombiano, che aveva già dato la sua disponibilità al trasferimento all’ombra del Vesuvio, trovando un’intesa per un quinquennale. Allo stesso tempo sono proseguiti i contatti tra Giuntoli e il PSV Eindhoven. Le parti si sono avvicinate: il club olandese, conscio del rischio di perdere a zero il giocatore tra pochi mesi, è disposto a venire incontro al Napoli. L'accordo tra le due società è sempre più vicino: si può chiudere intorno ai 10 milioni di euro.