23
Il Napoli naviga a vista, nel mare in tempesta generato da settimane di tensioni. Prima l'ammutinamento post Salisburgo, poi la contestazione dei tifosi e le spaccature interne al club. Un caos intorpidito dalla pausa per le nazionali, che ha disperso alcuni "ribelli" in giro per il mondo. Il malcontento di parte della squadra covava però da tempo, legato anche al tentennare della società per i rinnovi di diversi giocatori in scadenza. Mertens, Callejon e non solo, anche Piotr Zielinski.

CONTATTI - Il centrocampista polacco continua ad alternare prestazioni convincenti a preoccupanti momenti negativi. In ogni caso il Napoli lavora da tempo al prolungamento del contratto in scadenza nel giugno del 2021, anche per evitare di ritrovarsi tra un anno con la fine dell'accordo sempre più vicina (e di conseguenza meno potere di manovra). I contatti tra il club partenopeo e l'agente del giocatore, Bartlomej Bolek, vanno avanti spediti. La distanza tra la società e l'entourage del classe '94 è minima.

IL NODO - Zielinski al momento guadagna 1,1 milioni di euro a stagione. Si discute su un adeguamento che lo porterebbe a percepire poco meno del doppio rispetto ad oggi, quindi intorno ai 2 milioni annui. Le parti sono sempre più vicine, resta però un nodo, legato alla clausola rescissoria da inserire nell'accordo. Il Napoli ne vorrebbe una da circa 130 milioni di euro, l'entourage di Zielinski da non più di 60-70 milioni. Si continua a trattare, con fiducia. Il rinnovo del polacco non è lontano, la firma può arrivare a stretto giro di posta.