4
Secondo la Gazzetta dello Sport: "Il problema è rappresentato dalle cessioni. Il diktat di De Laurentiis è stato fermo: prima bisognerà vendere. Le difficoltà non mancano: fin qui sono andati via Diawara (alla Roma nell’affare Manolas), Sepe e Grassi (rinnovo del prestito col Parma). Per il resto è tutto fermo. Ai giocatori destinati a andare via, il club accosta valutazioni fuori dalla portata. Un esempio: Roberto Inglese. L’attaccante interessa una fascia di società di medio-bassa classifica e, dunque, difficilmente disposte a spendere i 30 milioni di euro. Uno discorso simile vale anche per Simone Verdi e per Mario Rui che interessano al Torino: per entrambi De Laurentiis ha chiesto 40 milioni di euro, valutando 25 l’ex attaccante del Bologna. Insomma, a queste cifre sarà complicato fare cassa. E, intanto, se non arrivano introiti, non si acquisterà. Questa è l’indicazione data dal presidente. Indicazione che potrebbe essere modificata col trascorrere delle settimane, perché poi bisognerà stringere i tempi per evitare qualche spiacevole sorpresa"