A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Claudio Anellucci, procuratore di Edinson Cavani: “Cavani ha un po’ di raffreddore ma va tutto bene. Cavani a digiuno da quattro partite? Lo fa per la stampa affinché possa raccontare anche cose diverse dalle doppiette e triplette. Raggiungere Maradona? È normale che nelle testa il Matador ha questo obiettivo. È difficile raggiungere e migliorare questo record, sarebbe un ottimo traguardo ma prima di celebrare Edi, aspettiamo.

Cavani titolare in Viktoria-Napoli? Da tifoso e amante dal calcio, dico che la qualificazione è compromessa vista come è andatala partita di andata. Dipendesse da me, farei giocare tutti i giovani, non li rischierei i titolari. Poi, è ovvio, deciderà Mazzarri. 
Napoli-Sampdoria? Quando una squadra deve creare gioco su un campo imbarazzante è difficilissimo. A questo, va aggiunta la stanchezza mentale e il calo di qualche calciatore. Se il match si fosse sbloccato su un calcio piazzato, la partita avrebbe preso un'altra piega perché anche la Samp avrebbe dovuto scoprirsi. 
Cavani è instancabile e atleticamente si vede. Però, ripeto, credo che il problema sia stato anche legato alle condizioni del campo. Anche Behrami, per esempio, in alcuni movimenti alzava le zolle ed impostare l’azione su questo campo non è facile. 
Napoli-Juve? Sarò al San Paolo a vedere la partita delle partite.