Commenta per primo

Le quotazioni di Andrea Dossena si sono vertiginosamente abbassate nell'ultimo periodo, proprio come quelle di tanti titoli in borsa. Da stasera, però, Dossena punta ad invertire la tendenza. Bergamo è la sua prima chance da titolare in campionato, l'ultima occasione forse per convincere Mazzarri che tra lui e Zuniga le gerarchie non sono ancora definite.

'Dossena è un ragazzo sensibile - ha detto nell'ultima conferenza stampa l'allenatore del Napoli - ed ha sofferto molto il fatto che nell'ultimo periodo gli ho spesso preferito Zuniga'. Adesso, l'infortunio muscolare del colombiano regala all'ex Liverpool la possibilità di dimostrare al tecnico di essersi sbagliato. Dossena non pensava di certo in estate che avrebbe dovuto aspettare dieci partite prima di giocarne una dal primo minuto.

Lo scorso anno, nelle prime nove gare di campionato, era stato impiegato per ben sei volte dall'inizio. Era considerato, dunque, uno dei titolarissimi. Poi, con il passare del tempo le cose sono cambiate. Dossena ha alternato prestazioni buone ad altre deludenti, Zuniga ha fatto valere le sue maggiori attitudini difensive ed alla fine della stagione i due si sono quasi equamente divisi le presenze (41 totali Dossena, 43 Zuniga). Quest'anno, invece, è arrivato il declassamento definitivo.

(Gazzetta dello Sport - Edizione Campania)