24




Gennaro Gattuso si presenta al mondo Napoli come successore di Carlo Ancelotti, esonerato dopo la sfida di Champions League con il Genk. A introdurre il nuovo allenatore in conferenza stampa è intervenuto il presidente degli azzurri Aurelio De Laurentiis: le sue dichiarazioni.

ANCELOTTI - "Mi sembra superfluo ringraziare Ancelotti che ci ha seguiti finora, io rimango suo amico, lo ero prima e lo rimango ora. Tra noi c'è un rapporto limpido e sincero. Dispiace aver letto che tra me e Ancelotti ci siano stati dissidi, dissapori, contrasti. Tutto ciò non è vero e l'ho più volte rinnegato. Mi dispiace che le cose siano andate così, ma molto spesso tra marito e moglie si divorzia ma si mantengono buoni rapporti. Noi siamo due persone che hanno lavorato insieme e coltivato un sogno, all'improvviso ci siamo svegliati e io, per non rovinare il suo meraviglioso palmares, ho cercato di salvaguardarlo e dire: 'Caro Carlo, è arrivato il momento di dividerci e ognuno andare per la propria strada'. Non fatemi domande perché non risponderò, dirò no comment. Oggi è il momento di Ringhio Star, perché potrebbe essere una nuova denominazione inventata qui a Napoli. Lui è uno che non ha bisogno di presentazioni, ma ha bisogno di avere sollecitazioni e dare risposte. Ha molto assimilato nel passato guardandolo il Napoli osannato di Arrigo Sarri (lapsus, ndr) e lo ha applicato anche al Milan, cercando di fare meglio di quel che si poteva fare, raccogliendo i cocci e arrivando al quinto posto".