Commenta per primo

'La protesta al massimo la faremo a fine campionato'. Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis è felice dopo la vittoria del Napoli con il Catania e nello stesso tempo sprizza serenità da tutti i pori. Non cade nella trappola di fare polemica a distanza per gli arbitraggi delle dirette concorrenti allo scudetto ed alla corsa Champions, vedi quelli di Inter e di Milan: 'Gli errori ci sono sempre stati - dice De Laurentiis in sala stampa - e ci saranno ancora, ma non voglio analizzarli; lo farò al massimo il 22 maggio, a fine campionato, due giorni prima del mio compleanno'.

Poi l'attenzione si sposta proprio sulla sfida a distanza con il Milan, a lunedì prossimo, quando a San Siro ci sarà la resa dei conti, la reale possibilità di agganciare in vetta i rossoneri e di sognare così il terzo tricolore della storia del Napoli. Peccato però non ci sia il Pocho Lavezzi squalificato: 'Sarà davvero emozionante e suggestivo - aggiunge De Laurentiis -. Il Milan è davvero forte, avete visto è tornato al gol anche Pato? E poi chi l'ha detto che senza Lavezzi non possiamo vincere? Il Pocho ha giocato nella gara di andata ed abbiamo comunque perso'. E se proprio non dovesse essere il sogno tricolore, la corsa verso la Champions League sembra essere un traguardo sempre più a portata di mano: 'Dobbiamo stare attenti al ritorno della Lazio - conclude De Laurentiis - ed anche la Roma dopo l'esonero di Ranieri può tornare in corsa'.

(Leggo - Edizione Napoli)