Commenta per primo

Stadio San Paolo: i riflettori si accenderanno, questa sera,  per illuminare il quarto match valido per il gruppo F di Europa League, Napoli-Dnipro. La squadra azzurra scenderà sul rettangolo di gioco dell'impianto di Fuorigrotta con un compito ben preciso: vincere per dare seguito alla avventura europea in una competizione meno prestigiosa della Champions, affrontata alla pari delle altre maggiori squadre continentali nella scorsa stagione, ma comunque da tenere in debita considerazione. L'Europa League, oltre a mettere in palio una coppa di prestigio, da la possibilità, in caso di vittoria del trofeo, di disputare la Supercoppa europea.
 

VINCERE E' LA MEDICINA GIUSTA- Vi è un altro aspetto importante da sottolineare: nel calcio le vittorie danno morale e permettono di affrontare i successivi impegni con una condizione psicofisica ottimale fornendo, inoltre ai calciatori, convinzione nei propri mezzi e le giusta determinazione per superare una qualsivoglia situazione, transitoria, contraddistinta da mancanza di risultati e da sfortunate prestazioni.
 

L'EUROPA CHIAMA- L'Europa chiama ed il Napoli è obbligato a rispondere per confermare una linea programmatica societaria che prevede il posizionamento della squadra azzurra nel gotha del calcio nazionale ed europeo.
 

ULTIMA CHIAMATA PER VARGAS- Indipendentemente dalla decisione della società di confermare il giovane calciatore cileno oppure cederlo in prestito ad un altro club, Vargas ha, forse, l'ultima occasione utile per dimostrare il suo effettivo valore. L'attaccante, probabilmente questa sera, verrà schierato al fianco di Cavani ed Insigne ovvero largo in attacco con il Matador prima punta, allo stesso modo di come veniva utilizzato nell'Universidad de Chile.
 

CON IL PENSIERO AD ARONICA- Walter Mazzarri ha pensato bene di recuperare il morale di Salvatore Aronica, dopo lo sfortunato episodio contro Il Torino e concede al difensore l'immediata possibilità per poter fare comprendere ai propri tifosi che un episodio non può mettere in discussione tutto ciò che Aronica ha offerto alla causa azzurra nella lunga permanenza all'ombra del Vesuvio. Allora, questa sera, il popolo partenopeo sosterrà il giocatore gridando: "Forza Aronica, supereremo questo delicato momento per ritornare a riprendere, tutti insiene, la strada intrapresa ad inizio stagione".