38
Fabian Ruiz sarà il nome caldo del mercato in uscita dal Napoli nei prossimi mesi. Dopo una grande stagione in Serie A, l’Europeo che sta per iniziare può consacrare definitivamente il suo talento a livello mondiale. Intanto, Barcellona e Real Madrid gli hanno già messo gli occhi addosso e sono pronti a darsi battaglia in uno dei più consueti Clasicos di mercato.

LA POSIZIONE DEL NAPOLI – De Laurentiis non ha fretta. Fabian ha giocato una seconda parte di stagione in crescita costante, da dominatore tecnico del centrocampo e piace a molte squadre, soprattutto in Spagna. Preferisce però aspettare l’Europeo, dove potrebbe arrivare la sua consacrazione definitiva, che potrebbe significare un ulteriore aumento del valore del suo cartellino. Fabian è legato a Napoli fino al 2023 e ha un ingaggio sostenibile: 1,5 milioni all’anno. Considerando però i 30 milioni di euro che erano costati al patron partenopeo per portarlo nella capitale campana strappandolo al Betis Siviglia, il Napoli dovrà venderlo per non meno di 50 milioni, e li vuole tutti, senza contropartite come Pjanic o Firpo proposte dai blaugrana. Perciò, a meno che non rinnovi ancora, dovrà essere questa l’estate della sua cessione. Non sono ancora state recapitate offerte ufficiali, ma il mercato è ancora lunghissimo.

RESTYLING AL CENTRO - Si prospetta quindi un restyling per il centrocampo di Spalletti, con Bakayoko e, forse, Fabian Ruiz che dovranno essere sostituiti. Mentre il dinamismo del francese potrebbe essere assicurato da Basic, mediano del Bordeaux, i piedi, la fantasia e le geometrie dello spagnolo saranno molto più difficili da rimpiazzare. Senza Champions, poi, la fantasia servirà anche al DS Giuntoli che avrà il compito di regalare al tecnico toscano un degno sostituto del regista andaluso.
L'INTERESSE DEL BARCELLONA – Secondo Radio Catalunya, il Barça si è già messo in contatto con l’entourage di Fabian. Sfumato Wijnaldum, per il quale i blaugrana sono stati sopraffatti dallo strapotere economico del PSG, e con Pjanic in uscita, il Barcellona cerca un profilo pronto nel ruolo di interno di centrocampo, per dare tempo ai giovanissimi canterani Pedri, Moriba e Puig, di crescere senza troppe pressioni. Fabian Ruiz poi, per qualità e geometrie, potrebbe anche giocare al posto dell’insostituibile Sergio Busquets ed ereditarne le chiavi del centrocampo del Camp Nou.
 
L'INSERIMENTO DEL REAL MADRID - Si prospetta però un Clasico di mercato, l’ennesimo quando in gioco c’è un talento della nazionale spagnola. Secondo Radio Kiss Kiss, emittente molto vicina al club campano, c’è infatti anche il Real Madrid sul centrocampista classe ’96. Al Bernabéu il suo principale sponsor è proprio Carletto Ancelotti, che lo aveva già allenato al Napoli e ha bisogno di forze nuove in mediana. Ad oggi, infatti, Valverde è l’unica alternativa di spessore al fantastico trio composto da Casemiro, Modric e Kross, di cui gli ultimi due, tra l’altro, hanno superato i trent’anni (35 per il pallone d’oro croato e 31 per il metronomo tedesco).

IL FUTURO DELLA ROJA Fra 6 giorni la Spagna farà il suo esordio ad Euro 2020 e Fabian Ruiz sarà uno dei possibili titolari nel centrocampo spagnolo. Se il vertice basso sarà uno fra Busquets e il suo erede Rodri, sugli interni è tutto apertissimo e Fabian si contenderà un posto con il giovanissimo Pedri, del Barcellona, e l’esperto Koke, capitano dell’Atletico Madrid. Intanto, nell’ultima amichevole prima dell’inizio del torneo, il titolare è stato lui, che, con Saul, Marcos Llorente e Rodri rappresenta il presente e il futuro del centrocampo della Roja. È quindi normale che i due club che esportano la qualità e lo spettacolo offerti dal calcio spagnolo in tutto il mondo, Barcellona e Real Madrid, siano pronte a darsi battaglia pur di mettergli addosso la propria camiseta.