2
Il Napoli è in vantaggio e conduce 2-0 contro il Lecce. Il raddoppio è merito di Lorenzo Insigne, che ha trasformato un calcio di rigore concesso dall'arbitro per un fallo di mano di Tachtsidis. L'attaccante azzurro aveva però fallito la prima conclusione dal dischetto. L'arbitro, seguendo il nuovo regolamento, ha deciso di farlo ribattere perché Gabriel, il portiere dei salentini, aveva entrambi i piedi oltre la linea di porta al momento della battuta di Insigne. Per questo, il 24 ha potuto calciare nuovamente il rigore inizialmente parato dall'estremo difensore sudamericano.