Commenta per primo

Napoli-Lione, si riapre la linea diretta. Stavolta è il club azzurro a farsi avanti. L’obiettivo è chiudere per il centrocampista francese Gonalons entro il 30 giugno. C’è anche un’esigenza di bilancio, perché una cifra sicuramente considerevole è meglio includerla nel bilancio che si chiuderà alla fine di questo mese. Ma più che altro si vuole dare il giocatore a disposizione di Benitez a partire dal 10 luglio, quando è programmato il raduno della squadra a Castelvolturno. Infine, il club di De Laurentiis proverà a fare leva sulla crisi finanziaria del Lione, che seppur non rischiando la bancarotta ha sicuramente bisogno di fare cassa. Anche per questo motivo si spera che il presidente Aulas possa abbassare le pretese.

La trattativa riparte dai 17 milioni chiesti a gennaio, quando Aulas diede quello “schiaffo” a De Laurentiis alzando la posta dopo che si era trovato un accordo per 14 milioni. Stavolta le cose potrebbero cambiare, e le pretese calate anche per la fretta di “chiudere” il discorso il prima possibile: 'Vedremo le opportunità che avremo dal mercato tra oggi e la fine di giugno. Non abbiamo alcun obbligo a vendere i giocatori entro la fine del mese, ma è meglio farlo prima per motivi economici', ha detto il presidente Aulas al sito ufficiale del Lione. Il Napoli torna all’assalto, ed è pronto a offrire 12 milioni di euro.