28
Il Napoli, dopo aver divorato il Nizza nel playoff di Champions, è pronto a cimentarsi nella fase a gironi. Sorteggio che, rispetto al passato, risulta positivo: la squadra di Sarri è finita nel Gruppo F con lo Shakhtar Donetsk, tra le più abbordabili della prima fascia; nel suo cammino, però, ci sarà spazio anche per l'affascinante sfida col Manchester City di Guardiola. Il tecnico dei campani voleva giocare a Manchester, sponda Red Devils, nel Teatro dei Sogni, dovrà invece accontentarsi della metà Blue Sky, con uno scontro tutta tattica e bel calcio con l'allenatore catalano. Infine, altra sfida difficile, con il Feyenoord Campione d'Olanda. Nessuna squadra materasso, tutte trasferte ostiche. Il Napoli, però, ha dimostrato di potersela giocare, bene, con tutti. Ora vediamo, nel dettaglio, le 3 avversarie dei campani. 

SHAKHTAR DONETSK 

Formazione tipo: 4-2-3-1 Pyatov; Srna, Krivstov, Rakitskiy, Ismaily; Alan Patrick; Stepanenko; Marlos, Taison, Bernard, Ferreyra. 

La stella: Darijo Srna, leggenda del calcio croato, bandiera e capitano del club ucraino. Terzino instancabile, è un pericolo sui calci piazzati. 35 anni, da 14 anni in maglia arancionero, ha due tatuaggi: un cervo (Srna in croato) e il nome del fratello Igor, affetto dalla sindrome di down. E a lui dedica ogni rete. 

Il cammino: Campione d'Ucraina in carica, ora è secondo in classifica, con 5 vittorie nelle prime 6 giornate: 15 punti, uno in meno della Dinamo Kiev capolista. 


MANCHESTER CITY

Formazione tipo: 3-5-2 Ederson; Kompany, Stones, Otamendi; Walker, de Bruyne, Fernandinho, David Silva, Sané; Aguero, Gabriel Jesus. 
La stella: Sergio 'Kun' Aguero. Il 10 del Manchester City che, dopo aver avuto tutto l'attacco per sé, dovrà imparare a convivere con l'entusiasmo e la freschezza di Gabriel Jesus. Dopo l'Europa League e la Supercoppa Uefa del 2010, è tempo di provare a vincere la massima competizione europea per club. 

Il cammino: Non netto. In Premier League è già arrivato il primo ostacolo: vittoria alla prima col Brighton, pareggio nella seconda, in rimonta, con l'Everton. 


FEYENOORD

Formazione tipo: 4-2-3-1 Jones; Diks, Botteghin, van der Heijde, Haps; El Ahmadi, Vilhena; Berghuis, Toornstra, Boetius; Jorgensen. 

La stella: Nicolai Jorgensen, finalizzatore del calcio verticale degli olandesi. Classe '91, danese, in stagione ha realizzato 1 gol in 2 partite, la scorsa stagione ha condotto i suoi al titolo con 21 gol in 32 partite. Col 9 sulle spalle, è lui l'uomo da tenere d'occhio. 

Il cammino: Campione d'Olanda dopo 18 anni, dopo il ritiro di Kuyt riparte dai gol di Jorgensen. In Eredivisie è in testa, a punteggio pieno, con 6 punti nelle prime 2  partite.