Commenta per primo
Mattia Grassani, legale della SSC Napoli, ha parlato durante Si Gonfia la Rete su Radio Crc dell'arbitrato tenutosi ieri per dirimere la questione che ha sollevato Gonzalo Higuain contro il club azzurro per una questione di premi non riscossi: “Sono uscito dall'incontro all'arbitrato per Higuain molto sudato, non solo per il confronto articolato e lungo che si è avuto. Il Collegio ha voluto approfondire il tema, alla luce del comportamento processuale del giocatore che parte inizialmente con una cifra, nell'8 di marzo, di 681mila euro. Il Napoli, nei termini processuali, risponde a questa richiesta riferendo che più nulla doveva avere. Poi arriva nel tempo una richiesta di 200mila euro extra e arriva a fine giugno a 2,570 mln. L'udienza di ieri era quella conclusiva e per questo abbiamo chiesto lumi sulla virata brusca dell'argentino. Senza che cambi nulla, non si possono cambiare le carte in tavola".