Commenta per primo

Il punto a Catania ci può stare, ma forse la squadra si è rilassata troppo. Lo ha affermato l'ex azzurro Beppe Savoldi ai microfoni di 'Arena Azzurra', su Radio Quinta Rete. 'Il Napoli ha diversi giocatori di grande qualità che possono fare la differenza - ha sottolineato Savoldi -. Doveva conservare il vantaggio, forse si è un po' rilassata pensando all'Europa League e al Milan. Giocare a Catania, però, non è mai facile e ci si può aspettare di tutto. La sostituzione di Zuniga criticata? Per me lui è un attaccante, forse doveva entrare al posto di Maggio che era opaco, mentre al posto di Dossena meglio inserire un difensore puro per mettere in cassaforte il risultato. Questo non significa che il tecnico abbia sbagliato il cambio, è stato un errore di Zuniga. Il pari al Massimino, però, ci può stare, perché è un risultato importante. E' chiaro che, essendo andato in vantaggio, il Napoli ha un po' di amaro in bocca. Questo non preoccupa per il futuro: Mazzarri sarà bravo a far dimenticare subito tutto ai giocatori e a concentrarsi sui prossimi impegni. La testa deve cancellare il passato'.

Savoldi ha commentato poi la scelta di Mazzarri di non ricorrere al turn over: 'Non credo ci sia paura, Mazzarri allena la squadra ogni giorno e sa chi gli può dare più garanzie. E' difficile anche per lui sapere se un atleta gli può dare 90' o meno. Sosa e Yebda sono due giocatori interessanti, magari ancora non troppo esperti e che Mazzarri non conosce ancora alla perfezione, e preferisce uno già collaudato anche se meno in condizione'.