383
Kalidou Koulibaly infiamma il mercato. Un nome di un certo spessore che fa sognare i tifosi della Juventus e tremare quelli del Napoli. Questo perché il futuro del senegalese è fortemente in bilico, visto il contratto in scadenza a giugno 2023. Tra un anno esatto, dunque, potrebbe finire il suo legame con il club azzurro e oggi sarebbe attratto dalla possibilità di un ultimo contratto della sua carriera (al netto dei 31 anni) in un club protagonista nel palcoscenico internazionale. Gli occhi delle big europee si sono posati su Koulibaly. C'è anche la Juventus in corsa e i bianconeri ieri hanno incontrato il suo agente, Fali Ramadani.

IL NAPOLI RILANCIA - Il famoso tetto ingaggi posto a 3,5 milioni dal Napoli conosce una sola eccezione, si chiama Kalidou Koulibaly. Qualche settimana fa trapelava una nuova offerta al ribasso per il giocatore, vicina ai 3 milioni, anche se non c'è stata mai una proposta ufficiale. Oggi De Laurentiis è pronto ad accontentare Spalletti, cercando di trattenere in tutti i modi il nuovo capitano del Napoli. L'idea è quella di pareggiare l'ingaggio attuale con un'offerta di circa 6 milioni di euro per i prossimi quattro-cinque anni.
L'INCONTRO - Dovesse arrivare un'offerta da 40 milioni De Laurentiis potrebbe anche accettare l'addio di Koulibaly e fiondarsi sui due possibili sostituti, Hincapiè del Bayer Leverkusen e Kim Min-jae del Fenerbahce. Con la Juventus, i club più interessati restano Chelsea e Barcellona. Il discorso bianconero non sembrerebbe così semplice, il presidente del Napoli ci penserà cento volte prima di rinforzare così tanto una diretta concorrente per i piani alti, anche in caso di proposta importante. Koulibaly e De Laurentiis avranno modo di incontrarsi e parlare da vicino nel ritiro di Dimaro che inizierà domani, con il difensore senegalese si unirà alla squadra solo dopo qualche giorno (visti gli impegni in Nazionale dell'ultimo periodo che ne hanno posticipato le vacanze). Dunque, ci sarà il faccia a faccia, con l'aria fresca del Trentino che potrebbe sancire un principio di accordo tra le parti.