142
Nel terzo giorno di ritiro a Dimaro, l’allenatore del Napoli Carlo Ancelotti parla in conferenza stampa dalle 12.30 dal teatro comunale per presentare la nuova stagione. C’è grande attesa soprattutto per quanto riguarda le risposte sul mercato. Di seguito la diretta testuale della conferenza stampa di Ancelotti: 

SECONDO ANNO - "Ci dobbiamo comparare con Juve e Inter che hanno cambiato allenatore, qui non c'è stato il cambio. Ci saranno meno novità, è un Napoli già conosciuto, in linea con quello dell'anno scorso, vogliamo fare bene. L'anno scorso ci è rimasto un po' di rammarico, nella seconda parte di stagione. Abbiamo avuto sensazioni ottime nel finale, vogliamo ripartire da lì. Il gioco è già collaudato, non ci saranno grosse novità, se non il fatto di consolidare ciò che abbiamo fatto l'anno scorso".

JAMES RODRIGUEZ - "La qualità del gioco è alla base dell'idea che abbiamo. L'idea è quella di giocare un calcio di qualità, perché anche in passato era quella la linea. Se vogliamo parlare di James: lo conosco molto bene e mette molta qualità, purtroppo ora non è ancora un giocatore del Napoli, magari non lo sarà mai o magari sì, vediamo. Ora parliamo dei giocatori del Napoli, non sarei contento se un altro allenatore parlasse di un mio calciatore. Stiamo valutando tante opportunità, ci sono tanti nomi che stiamo valutando, poi ci sono le possibilità. Io non ho dato l'ok per la cessione di nessun giocatore, la società vuole tenere tutti i migliori, poi magari qualcuno vuole andare via, ma nient'altro. Vogliamo migliorare la squadra". 


MANOLAS - "Prima voglio ringraziare Albiol che ha fatto un grande periodo al Napoli. Arriva uno dei giocatori migliori sul mercato in quel ruolo. Con Koulibaly sarà una coppia formidabile, giocheremo un calcio ancora più offensivo, con la linea ancora più avanzata".

SCUDETTO - "Dobbiamo giocare per raggiungere gli obiettivi, bisogna alzare l'asticella, vogliamo vincere qualcosa". 

ENTUSIASMO - "L'entusiasmo dev'essere ricreato, dobbiamo giocare con passione, dobbiamo raggiungere un calcio di qualità. Vogliamo il San Paolo pieno, può essere d'aiuto per la nostra stagione".

ICARDI - "Se mi piacerebbe? È un ottimo giocatore, molto apprezzato da tutti, non solo da me. Già che sia accostato al Napoli è qualcosa di positivo, ma di nomi ne sono stati fatti tanti. Icardi, Lozano, Rodrigo, non c'è Ronaldo perché non è sul mercato. C'è l'apprezzamento sul giocatore e niente di più". 


DI LORENZO - "Gli auguro di andare in Nazionale, l'anno scorso ha fatto passi da gigante, mi auguro continui a farli. Fabian ha fatto molto bene, Ounas anche, Allan col Brasile: i nostri torneranno motivati e con più esperienza. Parto con meno incognite, con più certezze, con meno preoccupazioni dell'anno scorso".

OBIETTIVI - "Mi piacciono tanti giocatori, stiamo cercando le opportunità che offre il mercato e niente di più vi posso dire. C'è tempo fino a fine mercato, non aspettatevi colpi domani o dopodomani, la rosa è già molto competitiva, siamo molto attenti alle opportunità".

SARRI E CONTE - "Li vedo bene, sono contento che Conte sia tornato in Italia. La Juve sarà la squadra da battere ancora, ma che l'Inter voglia migliorarsi rende tutto più competitivo, il campionato in generale". 

INSIGNE - "Ha avuto una stagione straordinaria nella prima parte, poi in flessione, poi nel finale si è ripreso ancora. È il nostro capitano, mi aspetto un atteggiamento da capitano, punto". 

ANCORA ICARDI - "Se cerchiamo un centravanti? Noi ne abbiamo due da area di rigore: Mertens e Milik. Vi state scordando forse di lui, ha segnato, non con grandissima continuità, ma veniva da due anni di inattività. L'ho ruotato molto, ma ha fatto tanti gol e senza i calci di rigore. Non mi focalizzerei sull'attaccante da area di rigore, ma più in generale su un attaccante che migliori la nostra rosa".

SARRI ALLA JUVE - "Si può battere la Juve in una partita e in una stagione, preferirei in una stagione. Se arrivi davanti a loro sei vicino a vincere il campionato vuol dire. La mia rivalità verso la Juve è solo sportiva, nient'altro".

INGLESE - "Ha avuto un problema alla caviglia, sta usando la vasca di sabbia per quello".

CENTROCAMPISTA - "Abbiamo perso Diawara, ora è rientrato Rog. L'idea è quella di cercare un centrocampista con un profilo alla Fabian Ruiz. Un centrocampista moderno che può fare tutti i ruoli in mediana e anche sulle fasce, all'occorrenza anche il trequartista. In rosa ne abbiamo già due: Fabian e Zielinski. Ora speriamo di trovare il terzo". 

LOZANO - "È un profilo molto interessante, ma è di proprietà del PSV, non mi va di parlarne. Il Napoli di Ancelotti era anche quello dell'anno scorso, sono stati fatti acquisti mirati: Fabian Ruiz, Meret, Verdi, tutti colpi in linea con le mie idee e quelle della società, come sarà fatto quest'anno".

GIOVANI - "Gaetano è un giovane interessante, Tutino e Palmiero sono interessanti, li valuteremo in questo pre-campionato".

INIZIARE L'AZIONE DAL BASSO - "A volte l'abbiamo fatta con due difensori, altre con tre. L'azione possono farla partire Allan, Fabian e Zielinski, tutti e tre. I difensori possono stare dentro l'area ora ad aspettare la palla dal rinvio dal fondo, è cambiata la regola, è un vantaggio".

VERDI - "Al momento è un giocatore del Napoli, si è presentato bene in ritiro, nessuno è in vendita. Se qualcuno vuole provare altre opportunità, valuteremo insieme. Verdi si sta allenando con grande professionalità e serietà".

GHOULAM E CALLEJON - "Su Callejon non ci sono novità, dimostra sempre affidabilità e serietà, è un giocatore importante. Ghoulam era un giocatore da recuperare, l'anno scorso ha avuto molti problemi, oggi è recuperato al 100% e sono certo che rivedremo il Ghoulam che era prima dell'infortunio. È già quel Ghoulam anzi".