108
Giacomo Raspadori e un futuro tutto da scrivere. Il Sassuolo è entrato nell’ordine delle idee di cedere il suo gioiello al centro di tante attenzioni sul mercato. In primis del Napoli che sta lavorando da tempo, su precisa indicazione del tecnico Luciano Spalletti, sull’attaccante della nazionale italiana. Ora il club azzurro deve accelerare i tempi per tenere a distanza di sicurezza la Juventus che è tornata a farsi viva con il club emiliano. 

Ascolta "Napoli, la risposta di De Laurentiis all’offensiva della Juve per Raspadori" su Spreaker.

LA STRATEGIA DEL NAPOLI - Aurelio De Laurentiis deve rompere gli indugi ed entrare in scena con una strategia ben definita. I margini per concludere positivamente l’operazione ci sono tutti perché Giacomo Raspadori è molto attratto dalla possibilità di giocare al Diego Armando Maradona. E direbbe si a un contratto da 2,4 milioni per quattro anni, ovvero la stessa cifra rifiutata da Dries Mertens. Tra pochi giorni, presumibilmente all’inizio della prossima settimana, il Napoli incontrerà il Sassuolo per presentare la prima offerta: 30 milioni più bonus la richiesta dell’ad Giovanni Carnevali. Dai contatti indiretti al summit programmato, il Napoli prova a respingere l’attacco della Juventus per Giacomo Raspadori.