Commenta per primo

Quasi quasi gli conviene. Pagare la multa alla società subito e incassare dopo due giorni il premio messo in palio dal club azzurro per il passaggio agli ottavi di finale di Europa League. Protagonista nell'uno e nell'altro momento, Ezequiel Lavezzi. Che sarà regolarmente in campo domani sera al Madrigal contro il Villarreal per trascinare la sua squadra verso raggiungimento di un obiettivo storico.

Se il Napoli tornasse casa con la qualificazione, avrebbe già conquistato il premio previsto da Aurelio De Laurentiis e anticipato agli stessi calciatori due settimane fa. La società comunicherà oggi stesso a Lavezzi l'importo della sanzione prevista per lo sputo di Roma, attenendosi ai criteri previsti dal contratto collettivo di lavoro. Che in materia prevede il decurtamento dallo stipendio delle giornate di squalifica inflitte dalla giustizia sportiva (tre). Una procedura semplice che il Napoli, serenamente, condividerà con il calciatore, colpevole sicuramente di un gesto antisportivo, ma eccessivamente penalizzato dalla procedura giuridica che lo ha condannato tre turni di stop. Il conto, dunque, non sarà salatissimo.

Aurelio De Laurentiis ha promesso: la squadra dividerà ottocentomila euro. Non è certo l'aspetto economico che spingerà il Napoli ad una qualificazione storica. E' la voglia, a questo punto, della stagione di andare avanti su tutti e due i fronti su cui è impegnato. Il risultato dell'andata (0-0) dà margini di proiezione positiva, anche se Mazzarri ha abituato i suoi a non dare mai nulla per scontato. Non sarà una passeggiata, ma vale la pena di tentare tutto per tutto. Il Villarreal poi il Milan a San Siro lunedì prossimo, senza il Pocho. Una settimana bestiale, il punto più alto del Napoli targato De Laurentiis.

(Corriere del Mezzogiorno - Edizione Campania)