Commenta per primo

La congiuntura calcistica restituisce una sola certezza: Lavezzi rimarrà al Napoli. L'unico ostacolo da superare è di carattere economico. Pocho, sostanzialmente, chiede una rivisitazione del contratto, probabilmente un rinnovo al rialzo che lo porti alla pari di Cavani. In cambio disposto a cedere sulla clausola rescissoria. Che nel nuovo contratto sparirà.

Ecco, quindi, la prima conferma. Che arriva dalle parole del Pampa Sosa, nell'occasione ventriloquo del Pocho. 'Ho parlato al telefono con Lavezzi - rivela l’ex calciatore azzurro - le voci di mercato arrivano anche in Argentina, ma Ezequiel è contento di tornare a Napoli dove vuole giocare la Champions. Vorrebbe un nuovo contratto per eliminare la clausola rescissoria. In modo tale da essere certo del suo futuro qui. Sicuramente nei primi giorni di agosto incontrerà il presidente per discutere di un nuovo accordo'.

Il maldipancia, nell'occasione, si contrasta con l'aspirina marcata euro. E il presidente appare disposto. Tant'è che nei giorni di burrasca causati dalle voci sul Pocho, De Laurentiis manifestò disponibilità al dialogo col giocatore e il suo entourage. Ovvero con Mazzoni. Ieri autore di un'arringa da novello Cicerone: 'È vero che esiste una clausola rescissoria, ma per lasciare il club è necessaria la volontà del giocatore. Ho sempre detto che, se dovesse arrivare un'offerta importante, ne avremmo discusso col Napoli. Ma Lavezzi dal Napoli non se ne va'.

(Corriere del Mezzogiorno - Edizione Campania)