4

Aveva tutto da perdere il Napoli, accompagnato al San Paolo da pochi tifosi, colpito dalle critiche del post Inter e costretto a vincere con il Bologna, avversario storicamente scomodo. Gara archiviata nel primo tempo con Manolo Gabbiadini e più otto sulla Roma, in attesa del risultato dell’Olimpico tra i giallorossi e il Torino, di nuovo in salute dopo un periodo di preoccupante appannamento. Buoni motivi per restare ottimisti in vista della volata Champions, comandata con ritrovata autorevolezza dagli azzurri. Il vantaggio è cospicuo, le beghe tra Totti e Spalletti aiutano tanto quanto il margine di distacco che consentirà alla truppa di Maurizio Sarri di raggiungere la capitale con animo relativamente tranquillo.