3
Ospina 6: non ha responsabilità sul gol di Chiesa, qualche piccola sbavatura nella ricerca dell'impostazione che viene compensata da un paio di interventi top, uno in particolare, su Chiesa alla mezz'ora. Al 10' della ripresa salva ancora su Chiesa, solo in area, non può nulla su Vlahovic

Hysaj 5.5: parte terzino destro, termina il primo tempo sulla fascia opposta. Partita sufficiente nella prima frazione, non commette errori, anche se perde la sua lucidità dalla seconda metà della ripresa

Manolas 6: migliore del pacchetto arretrato, dalle sue non si passa, ma si trova spesso con un'area occupata da troppe maglie viola per esser sereno. 

Di Lorenzo 4.5: sua parte della responsabilità per il gol subito: non stringe su Chiesa, lascaindogli un metro e mezzo per prendere la mira e metterla dentro sul vantaggio viola. Gattuso capisce che non può più tenerlo centrale e lo riporta sulla destra, anche se i risultati non sono esaltanti, con una forza mostrata ad inizio campionato che appare lontana parente dell'attuale

Luperto 4: parte terzino mancino co-responsabile sul gol di Chiesa, non chiudendo su Benassi che ha il tempo di guardare Chiesa nel cuore dell'area e di servirlo per il vantaggio della Fiorentina. Gattuso lo toglie dalla fascia e lo riporta nel ruolo naturale di centrale, ma qualche sbavatura resta. Poi, l'errore pesantissimo sul gol di Vlahovic, con una marcatura troppo distante dall'uomo, lasciando il tempo

Allan 5: si prende uno spavento poco dopo il quarto d'ora per un tocco di mano in area che l'arbitro Pasqua, giustamente, non sanziona per evidente involontarietà. Non stringe come si conviene, nel secondo tempo si fa notare, cercando di ovviare al patema principale del Napoli, il movimento senza palla. Sostituito da Demme, esce polemicamente, andando direttamente negli spogliatoi (12' st Demme 5: si prende un'ammonizione, rischia il rosso e viene graziato. Tanto temperamento, poco in fase di impostazione)
Fabian 5.5: migliora ancora nel ruolo di play dopo il buon secondo tempo con la Lazio. Serve un pallone di platino a Callejon, guadagna molto campo. Non riesce a dare quella velocità che serve, Gattuso lo rimette nel ruolo di interno di centrocampo con l'ingresso di Demme, ma si perde nel finale del Napoli

Zielinski 5: cerca sempre il gioco stretto con Insigne, qualche buona combinazione, ma non incide come potrebbe. Non bene in fase di non possesso, giustamente sostituito per far passare il Napoli al 4-2-4 (dal 19' st Lozano 5.5: parte attaccante centrale, si sposta sull'esterno con l'ingresso di Llorente. Qualche buon movimento, poco altro: manca l'intesa con i compagni, anche se il suo ingresso sarebbe dovuto avvenire prima per dare una diversa variabile tattica)

Callejon 5: ha la palla del pareggio al 35', ma il suo colpo di testa, sulla perfetta imbeccata di Fabian, termina incredibilmente a lato. Gara di grande sacrificio, anche se con una progressiva perdita di lucidità (dal 30' st Llorente sv)

Milik 5.5: sua la prima chance del Napoli, con un taglio letto perfettamente da Callejon ed un diagonale (molto complesso) che non inquadra la porta. Assistito poco e male, riesce di rado a farsi vedere in area, abbassandosi per cercare palla. Praticamente, mai pericoloso.

Insigne 5.5: buon primo tempo, cuce il gioco in modo interessante, cerca spesso il tocco dentro per Callejon. Al 51' coglie il 15° palo della stagione azzurra, con un legno esterno che poi si perde sul fondo. Si innervosisce nel finale e diventa improduttivo

All. Gattuso 5.5: sbaglia a schierare ancora Di Lorenzo centrale, le assenze pesano come macigni, ma la squadra non ha ancora l'impronta giusta. Da ora, è giusto pensare, prima di tutto, a non retrocedere