Napoli-Fiorentina 1-0

Karnezis 6
: schierato a sorpresa, si fa trovare pronto in avvio su Eysseric. Poi, solo ordinaria amministrazione

Hysaj 6.5: ottima prova nelle due fasi, combatte e si propone favorito anche dall'atteggiamento difensivista di Eysseric

Maksimovic 6: non perfetto come Koulibaly, ma soffre pochissimo dimostrando una buona condizione anche mentale

Koulibaly 6.5: una serie perfetta di chiusure per dimostrare d'esser tornato quello della scorsa stagione, dopo le incertezze del calcio d'agosto

Mario Rui 6.5: qualche incertezza iniziale nelle due fasi, poi diventa elemento prezioso per la costruzione mancina. Nel finale, poi, trova diverse chiusure di grande spessore

Allan 6: il Napoli tiene molto il possesso e si vede meno il suo lavoro interdizione che resta fondamentale nell'economia del gioco del Napoli

Hamsik 6.5: cresce nel ruolo di regista per dare la verticalità voluta da Ancelotti in fase di impostazione. Si fa vedere per ricevere costantemente il primo scarico: con il passare dei minuti trova il timing per le verticalizzazione sugli esterni d'attacco

Zielinski 6: un pendolo che svaria su tutto il fronte offensivo, suoi i primi due assist importanti del match, ma manca di costanza nell'essere nel cuore del gioco. Nel 4-2-3-1 della ripresa trova qualche spazio in più

Callejon 6.5: scala per formare il 4-4-2 in fase di non possesso, diventa elemento sempre pericoloso con Biraghi che difficilmente riesce a leggerne i movimenti. Importante il supporto in fase di assistenza (dal 25' st Ounas 6: entra senza graffiare, ma portando palla quando serve)

Mertens 5.5: soffre più d'Insigne il costante oscillare ed è meno pericoloso: poco prima di uscire la migliore occasione con una conclusione che si perde di poco a lato (12' st Milik 7: entra molto bene nel match, staccandosi dai centrali con intelligenza ed inventando l'assist che mette Insigne nelle condizioni di siglare il vantaggio. Continua fino al termine con una prova maiuscola)

Insigne 7.5: parte da posizione centrale, ma trova bene subito la posizione anche nell'interscambio con Mertens. Prova anche una grande giocata all'alba del 38', ma il suo pallonetto dopo una corsa folle si spegne di pochissimo sul fondo. Continua ad esser il migliore in campo ed a dieci minuti dal termine mette dentro il pallone che vale la vittoria. Esce tra gli applausi (dal 36' st Rog sv)

All. Ancelotti 6.5: costruisce e ricostruisce più colte la fisionomia offensiva del Napoli cercando di valorizzare al massimo gli interpreti e cercando di cancellare a Pioli i punti di riferimento. Operazione difficile ma riuscita con una partita di carattere