93
Napoli-Juventus 2-1


Ospina 6: protagonista in positivo al 24' quando in uscita bassa riesce a chiudere Kulusevski nell'1 contro 1. Per il resto non è chiamato troppo in causa.

Di Lorenzo 5,5: a volte è troppo leggero nelle giocate e sbaglia qualche passaggio di troppo. Non incide in fase di spinta.

Manolas 4,5: errore clamoroso dopo dieci minuti. Regala palla a Morata che a tu per tu con Ospina sblocca la gara in un momento arrembante del Napoli.

Koulibaly 8: è semplicemente l'uomo in più. Insuperabile lì dietro, decide ancora una volta un Napoli-Juventus sugli sviluppi di un calcio d'angolo con un gol.

Mario Rui 6: primo tempo interessante, soprattutto quando c'è da spingere. Nei secondi quarantacinque minuti, complice anche un problema alla caviglia, cala di livello e intensità (45' s.t. Malcuit s.v.).

Anguissa 7: esordio super convincente. Minuto dopo minuto cresce in fase di interdizione occupando tanto campo, arriva ovunque e mostra anche una discreta tecnica. Ha già conquistato i tifosi partenopei.

Fabián Ruiz 6: con l'assenza di Lobotka e Demme cerca di costruire lui il gioco. Non è nelle sue corde ma è spesso nel vivo dell'azione.

Politano 7: trova il gol del pareggio che regala nuovo entusiasmo al Napoli. Oltre questo quando ha palla mette sempre in apprensione la difesa della Juve (27' s.t. Lozano 5,5: il Napoli ha bisogno della sua velocità ma è ancora lontano da ciò che ci si aspetta).

Elmas 5: mai in partita, va spesso a vuoto e si becca anche un giallo. Spalletti è costretto a sostituirlo per cercare una scossa (1' s.t. Ounas 6: accende e vivacizza il reparto offensivo azzurro).

Insigne 6: si intestardisce qualche volta portando troppo palla. Sa rimediare con le sue solite giocate di classe e spirito di dedizione. Il gol del pareggio parte da una sua conclusione non trattenuta da Szczesny (28' s.t. Zielinski 6: Insigne si fa male e tocca a lui. Di rientro dall'infortunio si aspetta la miglior condizione fisica dal polacco, ma intanto quando ha il pallone tra i piedi è spesso illuminante).

Osimhen 5,5: le fatiche con la Nigeria si fanno sentire. Non è straripante in campo aperto come al solito ma si impegna e ce la mette tutta per aiutare la squadra (45' s.t. Petagna s.v.).


Spalletti 7: fa tre su tre in campionato e trova un successo importantissimo contro una diretta concorrente come la Juventus. Dopo essere andati in svantaggio i suoi non hanno saputo reagire ma il secondo tempo è stato tutto di carattere. La strada è quella giusta, ora va continuata a percorrere.