Commenta per primo
NAPOLI-SALISBURGO 1-1

Meret 6
: incolpevole sul rigore, non è chiamato a grandissimi interventi, ma appare sempre sicuro

Di Lorenzo 6.5: sulla destra continua ad essere uno dei migliori del Napoli, con una spinta costante che mette in luce anche una tecnica in crescita

Maksimovic 5.5: chiamato a sostituire Manolas last minute, si trova ad affrontare una partita molto delicata. In un centrocampo senza filtro, sono molte le circostanze in cui va in difficoltà dovendo affrontare negli spazi gli attaccanti austriaci

Koulibaly 5.5: commette fallo in netto ritardo su Hwang e lo stende in area per il vantaggio di Haaland. Qualche altra chiusura sbagliata, con qualche spunto offensivo non degno di nota. Nella ripresa rimette la gara sul binario giusto

Mario Rui 5: parte basso e soffre molto sul suo settore. Il Salisburgo spinge tanto dalle sue parti e trova spazi: anche in occasione del rigore, non stringe come si conviene. (1' st Luperto 6: si fa vedere in avanti anche con più frequenza rispetto alle altre occasioni in cui ha agito da esterno, mette anche qualche buona palla dentro)

Callejon 6: colpisce un legno clamoroso di testa a colpo sicura sul solito tocco di Insigne. Fondamentale nelle diagonali: cancella due-tre grandi occasioni al Salisburgo. Anche nella ripresa mantiene standard elevati

Fabian Ruiz 5: gara insufficiente come a Roma. Soffre la necessità di dover chiudere i varchi alle folate austriache, trova solo un assist per Insigne che il capitano non riesce a finalizzare a pochi passi.

Zielinski 5: soffre molto nel dover fare la fase difensiva, lascia diversi varchi aperti importanti, chiamato ad un compito che mal si sposa alle sue caratteristiche. Sbaglia un rigore in movimento, ma nella ripresa riesce a fare meglio

Insigne 6.5: ha l'argento vivo sulla pelle, vuole tirar su il Napoli da capitano. Non solo l'assist per Lozano, un altro tocco per Callejon che colpisce il palo. Ha una visione di gioco superiore e la mette in mostra con qualità: ma, sbaglia una clamorosa occasione prima del pareggio del Napoli. Stesso trend nella ripresa, dove continua ad essere tra i più attivi, ma con il difetto nel mirino

Lozano 7: primo gol al San Paolo, primo gol in Champions con la maglia del Napoli: parte bene e si capisce subito che può essere importante con il primo spunto in avvio su Onguéné. Coronel lo ferma a metà frazione con un miracolo, poi la mette dentro con un destro di forza e precisione, sfiora il raddoppio in avvio di ripresa (41' st Llorente 5.5: una manciata di minuti per far disperare il San Paolo con due colpi di testa che finiscono alti sulla trasversale di Coronel)

Mertens 5.5: parte in modo meno brillante rispetto ai suoi standard, anche se ha il merito di aprire il campo come alla mezz'ora con una grande apertura di tacco per Fabian. Non cambia il canovaccio nella ripresa e viene sostituito (27' st Milik 5.5: si vede poco, non ha grandi palloni per mettersi in evidenza. Pecca, però, nella capacità di entrare nel gioco)

All. Ancelotti 5: il suo Napoli costruisce tantissime palle-gol, molte le spreca e non è responsabilità dell'allenatore. Deve lavorare sulla fase difensiva, una squadra che si fa aprire troppo facilmente, che subisce troppe azioni


SALISBURGO

Coronel 5.5

Kristensen 5.5

Pongracic 6

Wober 6

Onguéné 5

Ulmer 6.5

Minamino 6

Junuzovic 6.5

Szoboszlai 6

Haaland 7

Hwang 7

All. Marsch 6.5