2
Sassuolo-Napoli 2-2
 
 
 
Ospina 6: para attento il tiro ravvicinato di Ferrari nel primo tempo, ma nulla può contro la saetta di Scamacca e il colpo di testa finale dello stesso Ferrari.
 
Di Lorenzo 6,5: è il terzino destro più forte della Serie A? Altra ottima prestazione, annulla Raspadori.
 
Rrahmani 6: in controllo per tutta la partita fino al brivido finale: il Var lo scagiona da qualsiasi colpa sul pallone sradicato fallosamente da Berardi.
 
Koulibaly 6: apparentemente impeccabile fino all’infortunio. Lascia troppo libero Scamacca sul cross di Kyriakopoulos.
 
(dal 34’ s.t. Juan Jesus 5: si perde Ferrari sulla punizione di Berardi, e il Sassuolo pareggia)
 
Mario Rui 6: è dura contrastare questo Berardi. Per questo spinge poco.
 
Zielinski 6,5: spara alle stelle un’occasionissima nel primo tempo, si rifà nella ripresa confezionando ben due assist.
 
Lobotka 6: ottima regia specialmente nella prima frazione di gioco. Con l’uscita di Fabian sparisce, forse un po’ stanco.
 
Fabian 6,5: altra rete (la quinta) per lui, che apre le danze a Reggio Emilia. Spalletti lo sta valorizzando, peccato per l’infortunio.
 
(dal 20 s.t. Politano 5,5: entra in una fase della partita in cui il Napoli inizia ad arretrare. Combina poco)
 
Lozano 5,5: tanto fumo, zero concretezza.  
 
(dal 27’ s.t. Demme 5,5: non è al meglio e soprattutto non è Anguissa. Commette il fallo da cui nasce il pareggio del Sassuolo)
 
Mertens 7: opaco nel primo tempo, si accende con due guizzi nella ripresa. Innesca il vantaggio con un intercetto, segna il raddoppio con la solita classe.
 
(dal 20’ s.t. Petagna 6: prova a sfogarsi su Chiriches e Ferrari, ma ormai il Napoli si è abbassato troppo)
 
Insigne 6: lanciatissimo, Consigli compie un miracolo negandogli la gioia del gol (di punta). Resta negli spogliatoi dopo l’intervallo.  
 
(dal 1’ s.t. Elmas 6: dapprima accende il Napoli sulla sinistra, poi si perde)
 
 
All. Spalletti 5,5: stava andando tutto bene fino al 2-0, o meglio, fino agli infortuni di Fabian e Koulibaly. Dopo le cose si complicano, lui lo capisce e si fa addirittura espellere.