Commenta per primo
Roma-Napoli 1-4

Meret 5,5:
Si gode il sole dell’Olimpico per tutto il primo tempo, ma proprio nel recupero commette il fallo da rigore su Schick che costa il pareggio. Nella ripresa torna a rilassarsi a parte due parate facili su Cristante. 

Hysaj 6,5: Contro Perotti ha vita facile. Stende il telo per terra e si rilassa sul prato dell’Olimpico alternando buone discese a chiusure attente. (23’st Malcuit 6: entra a gara virtualmente chiusa)

Maksimovic 6: Meno sicuro rispetto al compagno di reparto, si prende un giallo e sbaglia qualche movimento. Nel complesso però è più che sufficiente. 

Koulibaly 6,5:  Un muro d’ebano sul quale sbattono i timidi tentativi di una Roma quasi in vacanza. Resta concentrato anche quando potrebbe prendersi qualche minuto di relax. 

Mario Rui 7: Ha voglia di rivalsa contro chi lo ha fischiato e deriso. SI prende la fascia a testa alta e non la molla più. 

Callejon 7: Gioca sempre, con qualsiasi allenatore. Il perché è sotto gli occhi di tutti. Anche oggi alterna alla perfezione le due fasi e taglia il campo con rasoi di precisione estrema. In mezzo ci mette l’assist per Mertens. 
Allan 6,5 : Abituato a giocare a ritmi più alti va quasi fuori giri in qualche frangente della gara. Resta un mastino a cui non può mai ringhiare contro. 

Fabian Ruiz 7,5: Lampione, nel senso buono del termine. Illumina al Led la zona di campo tra trequarti e attacco e fornisce l’assist per il gol di Verdi. Da Siviglia sono arrivati lui e Nzonzi. Notate la differenza.  

Verdi 7,5: L’assist per Milik è la nota iniziale di una sinfonia semplice e gradevole culminata con l’acuto del tris e un bel lavoro tra i reparti.  

Mertens 7,5: Non una partita straripante, ma mette il facile sigillo dell’1-2 e scrive con Milik un canovaccio senza sbavature. Dall’Olimpico esce spesso vincitore.  (13’st Ounas: in tempo per calare il poker e mostrare le solite doti) 

Milik 7,5: Due minuti per mettere il timbro.  E’ il terminale centrale di un ricamo bello da guardare. Alla mezz’ora ha l’occasione per raddoppiare ma l’azione del Napoli parte in fuorigioco. Resta un pericolo costante e continuo per tutta la difesa. 

Ancelotti 7,5: Il suo Napoli è rilassato, gioca bene e non infierisce troppo su una Roma allo sbando. Ha ormai poco da chiedere al campionato. Con questa armonia può fare bene anche in Europa League. Ogni cosa sembra al posto giusto, al momento giusto.