Commenta per primo
Tra le sorprese in positivo del Napoli in questo avvio di stagione (tra ritiro e campionato) c'è Stanislav Lobotka che ha ritrovato la miglior condizione fisica e si è reso protagonista di buone prestazioni al posto di Demme in mediana. Il centrocampista slovacco ha rilasciato un'intervista ai microfoni dei colleghi slovacchi di Sport Aktuality. Queste le sue parole:

AVVIO DI STAGIONE - "L'inizio di stagione non è stato facile. Nella prima partita siamo rimasti in 10, ma fortunatamente siamo riusciti a vincere. Non è stato il massimo nemmeno nella seconda partita, ma abbiamo ottenuto ancora tre punti".

OBIETTIVI - "Molte squadre si sono rinforzate, la competizione sarà un po' più equilibrata. Vogliamo entrare in Champions League e cercheremo sicuramente di lottare per vincere anche il titolo".
FUTURO - ​"Non penso al futuro. Il calcio cambia velocemente. Un mese e mezzo fa nessuno credeva che avrei iniziato una nuova stagione da titolare. Fra qualche settimana di nuovo tutto potrebbe essere diverso. Vedremo come evolverà la situazione".

CAMBIO ALLENATORE - "È cambiato tutto dalla preparazione estiva. La comunicazione dell'allenatore era diversa rispetto a quella di Gattuso. Semplicemente, si è improvvisamente interessato a me. L'allenatore vuole giocare di più in mezzo al campo, noi puntiamo sul calcio combinato. Mi sta bene e cerco di ripagare la fiducia".

SU GATTUSO - "Se Gattuso fosse rimasto in squadra, avrei potuto perdere anche dieci chili e probabilmente non avrei giocato ugualmente. Fortunatamente per me, è arrivato un nuovo allenatore e ha espresso interesse per farmi restare. Mi sentivo sicuro, quindi non sono voluto andare da nessuna parte".