Commenta per primo

L’allenatore del Napoli Walter Mazzarri ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport nel post partita di Napoli-Catania.

Ha visto quel cinismo che aveva chiesto al suo Napoli?

Sì, oggi era importante, vedendo anche quello che succede su altri campi. Il calcio italiano è bello proprio per questo, perché non ci sono partite scontate, le componenti fisiche e mentali incidono sull’andamento delle gare stesse. Il Napoli, fino a un quarto d’ora del secondo tempo, ha fatto quello che doveva fare, il Catania si è difeso. La mia squadra per un tempo e un quarto d’ora ha fatto la partita, non ha rischiato niente. Sono contento per come hanno interpretato la partita i miei giocatori.

È importante che la reazione sia arrivata anche dai gregari? Con questi giocatori si può continuare a costruire qualcosa di importante?

Zuniga è un giocatore giovanissimo che in un anno e quattro mesi ha fatto dei progressi incredibili. Oggi ha fatto per la prima volta gol, gli avevo detto: quando farai per la prima volta gol, verrò in campo. È una grande soddisfazione, è un co-titolare.Il Catania aveva il vantaggio di essere fresco, aveva il vantaggio di poter contare su due risultati su tre, questa è stata un’ulteriore prova di maturità della mia squadra.

Si è chiarito con Simeone dopo il battibecco che c’è stato in campo?

Io non so se ha capito, io ho detto che ognuno deve pensare a fare il suo, lui probabilmente si è messo in mezzo, non ha capito che con lui non c’era nulla, erano arrivate voci dalla sua panchina. Non è niente.

Buona la fase difensiva del Napoli.

 Per fare bene la fase offensiva è necessario che i giocatori si sentano solidi in campo, la squadra deve avere sempre un comportamento, anche nella fase difensiva, che da’ solidità e sicurezza, per poi offendere bene. Oggi abbiamo sofferto solo nel finale, quando il Catania le ha tentate tutte. Per me questa è una sicurezza di una squadra che è cresciuta, che sa quello che vuole, sa soffrire a volte, oggi un po’ troppo. La fase difensiva mi soddisfa, ma sono contento in generale della squadra.

Il sostituto di Lavezzi è Sosa? Ha delle potenzialità inespresse?

Di sostituti totali di Lavezzi ce ne sono pochi in Europa. Quelli più vicini a Lavezzi erano loro due, Sosa e Mascara. È chiaro che l’assenza di Lavezzi ci pesa molto, moltissimo.

C’è un arbitro che vorresti per Milan-Napoli?

Vorrei che fosse equo per le due squadre, non fosse condizionato da nulla e applicasse solo il regolamento, al di là dei colori, delle maglie, degli stadi. Questo sempre, è un mio principio. Vorrei questo, poi ci sono i designatori che sono più bravi di me.